Cronaca

Miracolo di Natale: 58enne disperso in mare trovato vivo a 20 miglia a Sud di Leuca

Una storia a lieto fine, forse persino inattesa. Una nave mercantile ha soccorso l'imprenditore al largo di Leuca e ora la guardia costiera è andata a recuperarlo. Era uscito con il suo gozzo giovedì. Poi, più nessuna notizia. All'alba di oggi la notizia che ha quasi dell'incredibile

CASTRO – Un miracolo è dir poco. Questa mattina intorno alle 7,30 una nave mercantile battente bandiera italiana che trasporta idrocarburi, la Procida, partita dalla Sicilia e attesa per il primo pomeriggio a Brindisi, ha avvistato il gozzo di Rocco Ciullo, il 58enne di Castro scomparso in mare dopo essere uscito per una battuta di pesca di calamari nel pomeriggio di gioved, diretto verso la Grotta della Zinzulusa.

L’uomo era a bordo, infreddolito e stanco, ma vivo, anche grazie a una pesante tuta da neve che aveva addosso, e in  condizioni tutto sommato discrete, se si tiene conto che ha trascorso alle temperature attuali due notti in barca. Forse nemmeno i soccorritori speravano in un simile lieto fine. Intorno alle 10,15 è rientrato nel porto di Santa Maria di Leuca, a bordo della motovedetta, affamato e provato dalle ultime 48 ore. Ad atteenderlo, i sanitari del 118, i quali hanno visitato il 58enne, senza riscontrare conseguenze sul suo stato di salute.

L’aspetto sorprendente è che l’imbarcazione questa mattina si trovava alla deriva a circa 20 miglia a Sud-Ovest del Capo di Leuca, in mare aperto. Dopo che il motore da 4 cavalli è andato presumibilmente in avaria, le correnti hanno trasportato il gozzo molto lontano dalla costa di Castro.

L’allarme è stato lanciato dalla moglie solo all’alba di ieri, quando, vedendo che il 58enne non era ancora rientrato, come solitamente accadeva, e sentendo il cellulare muto, ha capito che era successo qualcosa di grave. Il ritrovamento del telefonino in auto, nel porticciolo della “Perla del Salento” ha alimentato ancor di più la tensione e la paura.

Le ricerche con i tre mezzi aerei di guardia di finanza, guardia costiera e marina militare erano state interrotte nel tardo pomeriggio di ieri, con l'arrivo del buio. Quelle delle motovedette di Otranto e Santa Maria di Leuca erano proseguite per tutta la notte.

All'alba di oggi, quando si era in attesa dei sommozzatori dei vigili del fuoco, nel timore che la barca fosse colata a piccolo, la notizia che tutti speravano in cuor proprio di sentire, pur forse nemmeno quasi credendoci più: Ciullo è vivo e la moglie e le due figlie hanno potuto riabbracciarlo dopo che è approdato sul molo di Santa Maria di Leuca, condotto da una motovedetta dei guardacoste, che l'ha prelevato dalla Procida.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miracolo di Natale: 58enne disperso in mare trovato vivo a 20 miglia a Sud di Leuca

LeccePrima è in caricamento