menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredito in strada con mazza chiodata, indagati cognato e un giovane

Il feroce agguato martedì a Castromediano. Le indagini dei carabinieri della stazione di Cavallino. Per la vittima, 30 giorni

CAVALLINO – Ci sono due indagati per la violenta aggressione avvenuta nel primo pomeriggio del 21 luglio in via Alessandro Volta, nel rione Castromediano di Cavallino (di fatto, a poche centinaia di metri dal confine territoriale di Lecce), in cui un uomo di 62 anni del posto è rimasto ferito alla schiena dopo aver subito colpi con una mazza ferrata. Si tratta del cognato e di un conoscente di quest’ultimo, un 70enne e un 27enne, anche loro della zona. All’identificazione dei due, i carabinieri della stazione di Cavallino vi sono arrivati sulla scorta di testimonianze e altri elementi.

Sembra che gli attriti fra i due uomini – all’origine vi sarebbero motivi di natura economica -, vadano avanti da diverso tempo. Altri episodi del recente passato, culminati in pesanti screzi, non sarebbero mai stati formalmente denunciati. Ma quanto avvenuto martedì ha senz’altro passato il segno. Feroce è stato l’agguato in strada, nei pressi di casa della vittima.

I due uomini sarebbero sbucati all’improvviso da un’auto e, mentre uno avrebbe tenuto fermo il 62enne, l’altro avrebbe affondato nella schiena alcuni colpi usando quella mazza dotata di chiodi. Poi, la fuga e, sul posto, l’arrivo dell’ambulanza del 118 e dei carabinieri della sezione radiomobile per i primi accertamenti, con indagini poi passate alla stazione di Cavallino. Il 62enne, a causa delle ferite, si trova ricoverato presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce con una prognosi finale di trenta giorni. Al pronto soccorso vi era arrivato in codice rosso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento