Cronaca Via Leuca

Dimentica 500 euro nel bancomat, opportunista li ruba ma viene incastrato

Lo sbadato è un pensionato di Castromediano. I carabinieri di Cavallino sono risaliti dopo un mese a un uomo leccese

Foto di repertorio.

CAVALLINO – “Sally è già stata punita per ogni sua distrazione”, canta il buon, vecchio Blasco. Il pensionato di Castromediano, frazione di Cavallino, co-protagonista di questa vicenda, invece, è riuscito a riottenere il maltolto. Ma una cosa è certa, non dimenticherà la lezione. E ora lo sa, si può davvero essere puniti per ogni distrazione.

Questione di un attimo. In questo caso, aver dimenticato i soldi che si accingeva a prelevare dallo sportello del bancomat, è stata un’avventatezza che ha rischiato di fargli perdere per sempre 500 euro. Somma che non cambia la vita a nessuno, certo, ma che nelle tasche di un ex impiegato, con quello che passa la pensione, fanno sempre comodo.

A essere punito, alla fine, è stato l’uomo sulla quarantina d’anni di Lecce che potrebbe fungere da perfetto testimonial in un ipotetico spot basato sull’antico adagio secondo cui l’occasione farebbe l’uomo ladro. 

Costui era in coda al pensionato, circa un mese addietro, allo sportello bancomat della Bnl di Castromediano, in via Leuca, e quando è toccato il suo turno, non deve aver creduto ai propri occhi: davanti a lui c’erano ben 500 euro. E allora, li ha intascati e via.

Lo sbadato, vittima prima di tutto della sua stessa disattenzione, è tornato indietro quando qualche minuto dopo si è accorto di aver ripreso la carta e ritirato persino lo scontrino, ma non il denaro. I soldi, ovviamente, non c’erano più. Sperava che lo sportello automatico li avesse ripresi (succede entro trenta secondi), ma così non era. Anche perché, trovandosi in un punto di passaggio, quel bancomat è molto frequentato. E così, tutto è stato talmente rapido che l’utente successivo ha fatto a tempo a ritirare la somma per lui. E a tenerla per sé.

In questi casi, gli istituti di credito non risarciscono chi perde il denaro, e così il pensionato non ha potuto fare altro che recarsi presso la stazione dei carabinieri di Cavallino per sporgere denuncia contro ignoti. Non sperava forse di ottenere davvero conforto, ma nella vita è meglio crederci sempre.

I militari sono partiti nell’indagine da pochi fotogrammi delle videocamere di sorveglianza, riuscendo a ottenere un’immagine nitida dell’opportunista. Senza, però, ovviamente sapere subito a chi corrispondesse quel volto. Un appuntato della stazione comandata dal maresciallo Riccardo De Bellis, così, con molta discrezione, ha iniziato a girare per il rione, ponendo qualche domanda a negozianti e residenti. E alla fine, i militari sono risaliti al soggetto, che evidentemente non abita lontano, ma che comunque risiede nel versante leccese (fra Castromediano di Cavallino e quartiere Leuca del capoluogo, non c’è soluzione di continuità).

Richiamato in caserma e posto di fronte alle sue responsabilità, alla fine l’uomo ha ammesso di aver sottratto i soldi, dicendosi pentito e arrivando anche a restituirli, sperando forse che la vicenda si concludesse così. Ma, ormai, la macchina giudiziaria si era messa in moto e ora risponde di furto: è il reato per il quale è stato denunciato.

Il pensionato, dal canto suo, quasi non ci ha creduto quando, contattato dai carabinieri, ha saputo del buon esito dell’indagine. Anche perché ormai quasi non chiudeva più occhio ripensando al modo in cui erano spariti quei soldi.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimentica 500 euro nel bancomat, opportunista li ruba ma viene incastrato

LeccePrima è in caricamento