Casa svaligiata e tentata rapina in strada: esploso un colpo di pistola in aria

Allarme criminalità. A Castromediano lo sparo era a salve. La vittima è fuggita. Volevano i soldi del distributore. Ad Acquarica del capo spariti tutti gli ori da un'abitazione

Castromediano, via delle Querce.

LECCE – Ha tentato la rapina esplodendo un colpo di pistola in aria. La vittima, però, s’è data alla fuga e lo stesso malvivente è stato costretto a scappare senza il bottino sperato. Tanto più che la pistola stessa era a salve (anche se questo si sarebbe ovviamente scoperto solo dopo) e quindi il rapinatore non avrebbe potuto fare di più. Per fortuna del malcapitato.  

Forte tensione a Castromediano

Di certo, sono stati momenti di forte tensione quelli vissuti ieri sera nel rione Castromediano di Cavallino. In via delle Querce, un operatore dell’area di servizio leccese Total Erg di viale Rossini, gestito dalla madre, stava rientrando verso casa. Era piedi e non mancava molto, quando, all’improvviso, verso le 18, si è parato davanti uno sconosciuto con il volto coperto e una pistola.

Il soggetto, che doveva sicuramente conoscere il tragitto che avrebbe fatto la vittima, sotto la minaccia dell’arma, ha ordinato all’uomo di consegnarli il denaro. Era quindi sicuro che avesse l’incasso del distributore o almeno una parte. E per farsi meglio “intendere” ha anche esploso un colpo in aria.

L’effetto non è stato quello sperato. Piuttosto che impietrisi, la vittima dell’agguato ha iniziato a correre. E a quel punto, il rapinatore ha desistito. Ha raggiunto un’autovettura parcheggiata nelle vicinanze, scura, che non è stato possibile identificare meglio nella concitazione. Alla guida c’era un complice che ha dato subito gas. L’auto è così sgattaiolata via.

Sul posto i carabinieri della stazione di Cavallino, che si stanno occupando delle indagini, hanno ritrovato un bossolo esploso, ma di munizionamento a salve. E’ stato sequestrato.

Acquarica del Capo: svaligiato appartamento

E per una rapina tentata nei pressi di un’abitazione, un’altra casa è stata “visitata” dai ladri. E’ stata ritrovata letteralmente a soqquadro dai proprietari, pensionati, al ritorno da una lungo soggiorno fuori paese fra il periodo di Natale e quello di Capodanno.

Il fatto è avvenuto, questa volta, ad Acquarica del Capo. Ma è impossibile stabilire quando. Nessun allarme, nessuna videocamera. E in quella casa di via Oriani, nel centro del comune del Capo, non c’è stato nessuno dalla metà dicembre circa fino a ieri sera tarda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al rientro, così, l’amara sorpresa. Nell’appartamento i cassetti erano stati tutti spalancati. E mancavano all'appello tutti gli oggeti d'oro e i gioielli. Sul posto si sono recati i carabinieri della stazione di Presicce per un sopralluogo.  Il danno preciso è da quantificare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento