Si prescrive da solo farmaci e analisi falsificando carta intestata del medico

Nei guai ad Alezio un 38enne. L'indagine è partita dopo una segnalazione pervenuta ai carabinieri della stazione di Cavallino

CAVALLINO – Il dottore. Chi ne ha bisogno, quando si riesce a riprodurne la carta intestata? E’ così che G.G., 38enne di Alezio, riusciva a farsi prescrivere (in realtà, sarebbe meglio dire auto-prescriversi) medicinali e persino analisi cliniche.

Ma la vicenda, alla fine, è venuta a galla e per il 38enne aletino sono iniziati i guai. E’ stata proprio la denuncia partita da un medico, presentata presso la caserma dei carabinieri di Cavallino, a far scattare le indagini. Per prima cosa, i militari cavallinesi hanno svolto una perquisizione nell’abitazione del sospettato di fare incetta di medicinali senza alcuna ricetta originale.

Ed è bastato perlustrare in giro, per ritrovare carta con i riferimenti del medico, usata, ovviamente, in maniera del tutto illecita, e presentato presso la farmacia o il laboratorio di turno per ottenere quanto desiderato. Previa, ovviamente, falsificazione anche della firma. E ora il 38enne è stato iscritto nel registro degli indagati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento