rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Cavallino

Minacce ai genitori per estorcere denaro, finisce in carcere un 35enne

L'uomo fermato a Cavallino dai carabinieri che hanno faticato non poco per riuscire a bloccarlo. I malcapitati hanno spiegato che la situazione, ormai, era divenuta quotidiana

CAVALLINO – Arrivati per sedare quella che sembrava una comune lite in famiglia – di chiamate simili, ai centralini delle forze dell’ordine, ne arrivano a bizzeffe e spesso tutto si appiana senza particolari conseguenze –, i carabinieri si sono trovati davanti a una situazione piuttosto delicata.

Quel giovane, infatti, non voleva proprio saperne di calmarsi e, anzi, la vista delle divise sembra che abbia finito per provocare l’effetto contrario: avrebbe iniziato ad agitarsi ancor di più. E così, i militari della stazione di Cavallino, località dove tutto è avvenuto, hanno dovuto chiedere ausilio alla sezione radiomobile di Lecce per bloccare un 35enne che ormai stava dando in escandescenza.

La vicenda risale a ieri pomeriggio. Una coppia di genitori ha chiamato i carabinieri, dato che stava subendo pesanti intimidazioni dal figlio, intenzionato ad avere la sua “razione” quotidiana di soldi per l’acquisto di sostanze stupefacenti. Una situazione divenuta ormai insostenibile. Il giovane avrebbe continuato a minacciare i genitori, persino di morte (in particolare il padre), anche davanti ai carabinieri che hanno faticato non poco a bloccarlo, visto che sarebbe arrivato a spintonarli per non farsi caricare nell’auto di servizio con direzione finale la caserma.

Con l’arrivo dei rinforzi della sezione radiomobile di Lecce, alla fine il 35enne è stato comunque fermato. E, raccolte le denunce di entrambi i genitori, sentito il pubblico ministero di turno, dichiarato in arresto e portato nel carcere di Borgo San Nicola. I genitori, in particolare, hanno spiegato che ogni giorno, ormai, il figlio pretendeva denaro, arrivando quindi a estorcerlo con arroganza e toni di sfida, rendendo la situazione in casa invivibile. Per questo, oltre che maltrattamenti in famiglia, minacce e resistenza a pubblico ufficiale, il 35ene risponde anche di estorsione.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce ai genitori per estorcere denaro, finisce in carcere un 35enne

LeccePrima è in caricamento