Cronaca Via Alessandro Manzoni

In fiamme due auto: una del fratello di un arrestato, l'altra risultata rubata

La Multipla appartiene a un uomo che non è coinvolto nelle vicende del parente. Ma i carabinieri stanno approfondendo il caso. A Lecce in fiamme un altro veicolo

CAVALLINO – Misterioso incendio poco prima dell’alba a Cavallino. Erano circa le 4 quando le fiamme sono divampate, una Fiat Multipla, finendo per distruggerla. L’auto era parcheggiata in via Alessandro Manzoni, una parallela della provinciale che collega Cavallino a Lizzanello. Il fuoco non solo ha fortemente danneggiato la monovolume, ma ha anche intaccato le pareti di un’abitazione, annerendole fino all’altezza del terrazzino.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno spento il rogo, e i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Lecce e della stazione locale. Non è stato trovato alcun segno di dolo. Al momento le cause dell’incendio sono quindi sconosciute. Tuttavia, i carabinieri stanno svolgendo approfondimenti. Sebbene, infatti, l’autovettura sia di proprietà di un cuoco 38enne, senza precedenti, l’uomo è fratello del 27enne Adriano Barbetta, molto di recente (appena nell’ottobre scorso) finito nei guai per estorsione, rapina e sequestro di persona.

Con un sodale, infatti, Adriano Barbetta avrebbe malmenato e sottratto l’auto a un soggetto per un presunto debito di droga. Il complice, un 44enne di Martignano, era stato poi fermato pochi giorni dopo. I carabinieri, dunque, stanno cercando di capire se vi possa essere o meno qualche correlazione tra quei fatti di cronaca e l’incendio della scorsa notte, tenendo comunque sempre in debita considerazione che non risulta alcun coinvolgimento del cuoco 38enne.  

Qualche ora prima, questa votla a Lecce, era andata in fiamme anche un'altra autovettura, una vecchia Fiat Uno. Il veicolo è stato ritrovato in una zona di campagna, in via Vecchia San Donato. Sul posto sono andati anche in questo caso i carabinieri. L'autovettura è risultata, da accertamenti, rubata a Lecce e denunciata presso la stazione di Santa Rosa dei militari. Forse è stata usata per qualche episodio criminale e poi abbandonata e data alle fiamme per non lasciare tracce. Sono in corso accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fiamme due auto: una del fratello di un arrestato, l'altra risultata rubata

LeccePrima è in caricamento