menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cerca di scassinare un distributore di cibo e bevande, sorpreso e arrestato

Finisce in carcere per tentato furto aggravato un 19enne, già noto, “pizzicato” dai poliziotti mentre tentava di forzare una macchinetta con un tubo d’acciaio

LECCE - I poliziotti l’hanno sorpreso mentre armeggiava su di un distributore automatico di bevande e alimenti con un tubo d’acciaio, nel tentativo di forzarlo, e così è finito ancora una volta nei guai Gani Hasani, un diciannovenne albanese già noto per i suoi precedenti penali.

A coglierlo con le mani in pasta sono stati gli agenti della sezione volanti della Questura che nelle prime ore della notte erano intervenuti con una pattuglia in piazza De Sanctis, a Lecce, in seguito a una segnalazione di rumori sospetti provenienti da un chiosco dove si trovano i distributori di cibo e bibite.

Dalle verifiche effettuate all’interno, sono stati rinvenuti altri tubi in acciaio analoghi a quelli usati dal giovane e, dei quattro distributori presenti, solo uno è risultato danneggiato, quello preso di mira dal ragazzo, destinato alla raccolta delle monete. Ogni sequenza dell’azione è stata ripresa dal sistema di videosorveglianza di cui era dotato il locale.

Insomma, l’intervento dei poliziotti ha fatto saltare il piano di Hasani che, su disposizione del magistrato di turno, è stato accompagnato nel carcere di “Borgo San Nicola” a Lecce, dove nelle prossime ore sarà interrogato dal giudice per le indagini preliminari.

L’accusa per lui è di tentato furto aggravato, ma non solo. Dai successivi accertamenti svolti dai poliziotti, attraverso i quali sono stati accertati i suoi trascorsi con la giustizia, è emerso che Hasani fosse stato destinatario di un avviso orale da parte del Questore di Lecce il 13 ottobre del 2020 e non avesse rispettato l’ordine di lasciare il territorio nazionale emesso un mese dopo. Circostanza questa per la quale ora risulta indagato.

Il 19enne era finito in carcere lo scorso maggio, quando dopo essere sfuggito a un controllo degli agenti delle volanti, in piazza Mazzini, a Lecce, fu sorpreso poco dopo, in via Trinchese, a gettare un involucro con 121 grammi di marijuana, suddivisi in 15 dosi pronte per essere vendute, in un cestino dei rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento