Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Fiamme ad abitazione e auto dopo furiosa lite, due anni al marito violento

Mario Cotardo, un 70enne di Cerfignano, frazione di Santa Cesarea Terme fu arrestato in estate dai carabinieri della stazione di Poggiardo. Provocò un danno complessivo di almeno 40mila euro. Il vasto incendio fu domato dai vigili del fuoco

LECCE – Quello avvenuto a fine luglio scorso fu l’ultimo di una serie di litigi consumati nell’ambito di un ménage familiare turbolento. Poi la situazione precipitò e Mario Cotardo, un 70enne di Cerfignano, la frazione di Santa Cesarea Terme fu arrestato dai carabinieri della stazione di Poggiardo, intervenuti presso l’abitazione della coppia con i vigili del fuoco del distaccamento della cittadina, sopraggiunti per domare un incendio esploso in via De Amicis.

Cotardo, infatti, dopo l’acceso e violento litigio con la propria moglie, una 49enne di origini albanesi, aveva dato alle fiamme prima la casa, nella quale erano presenti sia la vittima delle percosse, sia alcuni parenti, per poi scagliarsi persino contro l’autovettura, una Fiat Panda nuovo modello, parcheggiata in giardino.

Mentre la donna tentava di darsi a una fuga disperata, cercando riparo dai propri vicini, il veicolo fu distrutto: il rogo, infatti, provocò un danno complessivo, tra mezzo e conseguenze strutturali all'immobile, di circa 40mila euro.

unnamed-3Domate le lingue di fuoco, i vigili del fuoco misero in salvo gli occupanti dell’edificio, accertandosi che nessuno avesse riportato gravi conseguenze. I militari dell’Arma, invece, diedero la caccia sin dai primi istanti al 70enne, fino a raggiungerlo e bloccarlo.

Per quel folle pomeriggio d’estate, che rischiò di trasformarsi in tragedia, Mario Corardo ha patteggiato una condanna a due anni di reclusione. La sentenza è stata emessa dal gip Simona Panzera, mentre l’uomo era assistito dall’avvocato Claudio Mangia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiamme ad abitazione e auto dopo furiosa lite, due anni al marito violento

LeccePrima è in caricamento