Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Morciano di Leuca

Cerniotti, saraghi e ricci: sorpresi pescatori di frodo

Un 32enne di Gagliano del Capo ed un 60enne di Barletta sono stati "pescati" dalla squadra nautica fra Torre Vado e Torre Inserraglio. Il primo aveva 10 chili di pesce, il secondo oltre mille ricci

Nei dintorni di Gallipoli continua la caccia ai pescatori. Pescatori di frodo, che spesso invadono le riserve protette, rovinano i fondali, fanno finire nelle loro reti specie protette. Altri due individui sono stati fermati questa mattina dalla squadra nautica della questura, in servizio a Gallipoli. Si tratta di un 32enne di Gagliano del Capo e di un 60enne di Barletta. Il primo è stato sorpreso a Torre Vado. Aveva con sé circa dieci chilogrammi tra cerniotti, saraghi e dotti, pescati abusivamente, con attrezzature vietate, e finiti sotto sequestro.

Il riconoscimento della specie è stato effettuato dal dirigente veterinario e successivamente devoluto in beneficenza ad una Comunità di Galatone. L'altro pescatore dilettante di frodo, sorpreso a Torre Inserraglio, ha ricevuto una multa salatissima: ben 1.032 euro. Ha prelevato indebitamente oltre mille ricci di mare che, ancora vivi, sono stati rigettati in mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerniotti, saraghi e ricci: sorpresi pescatori di frodo

LeccePrima è in caricamento