Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Certificati medici in odor di falso per giustificare le assenze, a processo un finanziere

Disposto il rinvio a giudizio di un militare che senza essere visitato avrebbe beneficiato della documentazione utile a ottenere l’indennità per malattia. Il “camice bianco” ha patteggiato sei mesi

LECCE - Senza essere visitato, avrebbe ottenuto certificati medici che attestavano una malattia al ginocchio, in ragione della quale non poteva recarsi al lavoro. E’ questa la vicenda che ha tirato in causa un finanziere e il suo medico curante. Quest’ultimo, V.M., 67 anni, residente a Magliano (frazione di Carmiano), ha già chiuso il suo conto con la giustizia, patteggiando (attraverso l’avvocato Alexia Pinto) sei mesi di reclusione, col beneficio della pena sospesa per falso ideologico commesso da pubblico ufficiale.

La sentenza è stata emessa ieri dal giudice Laura Liguori che, al termine dell’udienza preliminare, ha disposto il rinvio a giudizio del militare, R.G., 52enne residente a Monteroni, in servizio presso la Compagnia di Lecce. A partire dal 4 novembre, l’imputato (che non aveva fatto richiesta di riti alternativi), dovrà difendersi, oltre che di falso, anche dall’accusa di truffa davanti al giudice Edoardo D’Ambrosio della seconda sezione penale del tribunale di viale de Pietro.

A svolgere gli accertamenti sulla vicenda furono i suoi stessi colleghi e all’esito delle indagini coordinate dal pubblico ministero Maria Consolata Moschettini, sarebbe emerso che, in più circostanze, tra gennaio e giugno del 2019 (in particolare, il 21 e il 29 gennaio, il 13 febbraio, il 5 marzo e il 3 giugno), il finanziere avrebbe ottenuto dal medico referti medici (uno dei quali sarebbe stato compilato per strada) senza mai aver richiesto o effettuato alcuna visita specialistica né esami strumentali per la patologia di cui soffriva, una gonalgia al ginocchio destro. In questo modo, avrebbe beneficiato dell’indennità di malattia per una cifra complessiva superiore ai 13mila e 300 euro.

Ma queste come detto sono le accuse che l’uomo, assistito dall’avvocato Luigi Covella, avrà modo di respingere durante il processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Certificati medici in odor di falso per giustificare le assenze, a processo un finanziere

LeccePrima è in caricamento