Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Santa Cesarea Terme

Al mattino "staccare il filo della corrente". La sera l'elettricità si ruba

Quattro le persone denunciate dai carabinieri per furto di energia elettrica che a Cerfignano si erano organizzate per sopperire alla mancanza di erogazione di corrente: le abitazioni risultano occupate abusivamente dal 2007

 

CERFIGNANO (Santa CESAREA TERME) - Dalle 18 alle 24, ora più, ora meno, elettricità gratis per tutti, ma la mattina qualcuno dei residenti degli alloggi popolari si doveva ricordare di staccare il filo della corrente elettrica che abusivamente collegava gli appartamenti ai cavi dell’Enel. E per rammentarsene avevano pensato di scrivere su un cartello: “Staccare filo la mattina”.
Quattro le persone denunciate dai carabinieri di Poggiardo per furto di energia elettrica che a Cerfignano, frazione di Santa Cesarea Terme, si erano organizzate per sopperire alla mancanza di erogazione di corrente: le abitazioni, presso le quali sono stati accertati gli allacci risultano infatti occupate abusivamente dalla metà del 2007, motivo per cui sarebbe stato per tutti impossibile chiedere alla società elettrica un contratto regolare. Le persone denunciate dai militari sono due 34enni, un anziano di 73 anni e  un 50enne.
Gli inquilini avevano sfruttato il cavo elettrico all’interno di un pozzetto dell’Enel, posizionato lungo la strada,che serviva ad alimentare un palo dell’illuminazione pubblica. Servendosi di una prolunga, avevano poi fatto giungere l’elettricità nelle proprie abitazioni. Un lavoro, dicono gli stessi carbinieri, fatto pure ad arte. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al mattino "staccare il filo della corrente". La sera l'elettricità si ruba

LeccePrima è in caricamento