Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

"Che fine ha fatto la Commissione Pari Opportunità?"

Gallipoli, la consigliera del Pd, Antonella, Greco interroga il sindaco Venneri. Dopo la caduta dell'amministrazione Barba bloccato l'iter per la nomina degli undici componenti

Caro sindaco, ti scrivo. Ancora una volta, e nello specifico per sapere che fine ha fatto la Commissione Pari Opportunità del Comune di Gallipoli il cui iter istitutivo si è bruscamente interrotto dopo la caduta dell'amministrazione Barba. L'interrogazione, formalizzata questa mattina a Palazzo Balsamo, porta in calce la firma della consigliera comunale del Pd, Antonella Greco, che da sempre si batte in città per promuovere l'effettiva attuazione dei principi di uguaglianza e parità per le donne e tra i cittadini (sanciti tra l'altro anche dalla Carta Costituzionale). Con il suo documento indirizzato al presidente dell'assise comunale, Enzo Benvenga, la consigliera gallipolina di opposizione invita il sindaco Giuseppe Venneri a relazionare in Consiglio comunale sulla "volontà politica dell'Amministrazione comunale in merito alla questione dell'attivazione della Commissione Pari Opportunità e se la stessa ha intenzione di istituire, in tempi brevissimi, tale Commissione che potrà aprire la strada ad altre iniziative tese a promuovere l'effettiva attuazione dei principi di uguaglianza e parità tra i cittadini".

In buona sostanza la consigliera del Pd tenta di sondare il terreno per capire se ci sia o meno la volontà politica dell'attuale amministrazione gallipolina del Pdl di portare avanti una specifica azione tesa a garantire forme sempre più allargate di partecipazione democratica dei cittadini alla vita amministrativa della città. Per garantire tra l'altro uguale opportunità per tutti a cominciare dall'istituzione della Commissione pari opportunità per la quale già nel luglio del 2004 era stato approvato all'unanimità il relativo regolamento. "Già durante la scorsa amministrazione guidata dal sindaco Barba" spiega la consigliera Greco nella sua interrogazione, "ho formulato un'interrogazione in cui chiedevo perché la Commissione per le pari opportunità non era stata ancora istituita, nonostante il Consiglio Comunale di Gallipoli avesse approvato all'unanimità il regolamento della suddetta commissione; in data 5 aprile 2007 il Sindaco Barba ha dato atto dell'approvazione dell'apposito Regolamento costituito da n° 7 articoli e da un allegato approvato dal Consiglio Comunale e che tale regolamento prevede, all'art.3, la nomina di una commissione permanente composta da 11 commissari. Per tali nomine è necessaria la procedura prevista dallo stesso regolamento di un avviso pubblico per consentire agli eventuali cittadini interessati di avanzare la proprio candidatura. Nonostante l'approvazione del regolamento e la pubblicazione dell'avviso, la procedura di nomina degli 11 Commissari non è stata mai conclusa tant'è che lo stesso sindaco Barba, nella risposta alla mia interrogazione del 12 marzo 2007 dava atto di quanto sopra e assicurava di aver sollecitato l'assessore Giovanni De Matteis al fine di valutare, con la massima urgenza, l'attualità del contenuto del regolamento valutando nel contempo eventuali modifiche da proporre al Consiglio. L'assessore De Matteis fece pubblicare un nuovo avviso per sollecitare 'tutti coloro che avevano proposto la propria candidatura e ribadirne eventualmente l'attualità e per promuovere ulteriori candidature". Ma la fine anticipata dell'amministrazione Barba ha di fatto impedito, sino ad oggi, anche la nomina della Commissione per le pari opportunità di cui altre realtà comunali si sono già dotate.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Che fine ha fatto la Commissione Pari Opportunità?"

LeccePrima è in caricamento