menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiamata lampo degli inquilini e blitz della polizia: due in manette prima del furto

Gli agenti delle Volanti hanno bloccato due lituani mentre cercavano di scassinare la porta d’ingresso di un appartamento al terzo piano in uno stabile in via Monte San Michele

LECCE - La pronta segnalazione degli inquilini del palazzo e l’intervento immediato degli agenti delle Volanti della questura ha consentito di bloccare i due ladruncoli prima che li stessi potessero mettere a segno il colpo in un appartamento nel quale stavano cercando di intrufolarsi scassinando la porta d’ingresso.

Nella tarda mattinata di oggi infatti i poliziotti hanno tratto in arresto Feliksas Zakauskas, 39 anni, residente a Bari e Cvetan Atanasov, 40 anni, residente a Modugno, entrambi di nazionalità lituana responsabili, in concorso tra loro, dei reati di tentato furto aggravato in abitazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. I due sono stati anche indagati in stato di libertà in quanto non avevano rispettato un precedente decreto di espulsione da territorio italiano.

Il fatto si è verificato poco dopo le 10 di questa mattina, in uno stabile di via Monte San Michele a Lecce. Poco prima infatti presso la centrale operativa della questura era giunta una segnalazione di un tentativo di furto in un condominio. Erano infatti stati segnalati un paio di soggetti  intenti ad armeggiare degli arnesi e nel tentavo di forzare la porta d’ingresso di un appartamento posto al terzo piano dello stabile di via Monte San Michele. Secondo la dettagliata segnalazione veniva segnalata la presenza di un uomo, alto circa 1,75 metri, con una maglietta di colore verde fluorescente e un borsello nero a tracolla che, dopo aver citofonato per diversi minuti per farsi aprire il portone, entrava nello stabile. Alcuni inquilini insospettivi di quella presenza hanno pensato bene di seguire i movimenti dell’uomo e, senza perderlo di vista, una volta valutato l’atteggiamento sospetto  hanno allertato il 113.               

Sul posto giungevano quindi gli agenti delle Volanti che una volta all’interno della palazzina bloccavano, per prima cosa l’ascensore, per impedirne l’utilizzo. Poi raggiungevano il pianerottolo al terzo piano dove i due soggetti, poi identificati nei cittadini lituani, erano intenti a scassinare la serratura di uno degli appartamenti. Alla vista degli agenti i due gettavano subito per terra gli arnesi da scasso che stavano utilizzando, cercando di guadagnare le scale e la via di fuga. Tentativo però fallito sul nascere. Entrambi sono stati stati bloccati e condotti in questura.

Espletate le formalità di rito i due lituani sono stati arrestati e su disposizione del magistrato di turno Luigi Mastroniani sono stati condotti nel carcere di Borgo San Nicola. Ritrovati e sottoposti a sequestro diversi arnesi per lo scasso e i due cellulari che erano in possesso dei due uomini. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento