Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Chiede soccorso per la sua fidanzata dispersa, ma era al relax in una grotta

Panico per un turista russo. Sono intervenuti gli operatori con gli acquascooter. Ma la ragazza, 24enne, si stava godendo il fresco

I celebri faraglioni Due Sorelle visti dalla riva, da dietro una roccia.

TORRE DELL’ORSO – Lui aspettava, aspettava e aspettava. Dieci minuti. Mezzora. Un’ora. Dopo un’ora e mezzo è salito il panico. La sua ragazza, scomparsa in mezzo al mare. Deve essergli passato per la testa di tutto, assalito dai pensieri più oscuri. La marina di Torre dell’Orso stessa, gli sarà sembrato un posto più sconfinato di quanto effettivamente sia. Lo si immagina scrutare i volti, a destra, a sinistra, ancora a destra e di nuovo a sinistra, per mare, sulla spiaggia, in cerca di uno solo, quello conosciuto: della sua fidanzata. E fare domande in giro, chiedere, sperare che qualcuno avesse visto qualcosa. 

Sono arrivati gli acquascooter

Alla fine qualcuno ha afferrato il telefono e ha composto il 118 per richiedere aiuto. Quel giovane parlava in inglese. Era un russo. L’intervento, che risale al pomeriggio di ieri, era inizialmente per una presunta caduta in mare, nella zona della piattaforma della località costiera di Melendugno (zona di scogliera tra Toca e Torre dell'Orso in cui una piattaforma in cemento permette ai bagnanti un appoggio in acqua). Ma quando sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 mare con l’acquascooter e gli operatori del servizio comunale di Melendugno, si è capito che non c’erano persone ferite da recuperare o, peggio ancora, qualche corpo alla deriva, ormai privo di vita. Ma una ragazza – anche lei russa, di 24 anni – data in ogni caso per dispersa.

Lei era al relax in una grotta

Le moto d’acqua hanno iniziato a perlustrare la zona. Ci hanno messo una ventina di minuti di ricerche (lasciando il giovane con il fiato sospeso), ma alla fine il “mistero” è stato risolto. Tutto è venuto a galla. Anche la ragazza. Che, per la verità, a fondo - per fortuna - non era mai finita. Piuttosto, se ne stava beatamente a godere il fresco all’interno di una delle grotte della zona, di quelle accessibili solo dal mare. Forse aveva perso la cognizione del tempo. Succede spesso in acqua, nel pieno del relax. Ma di sicuro, non si può parlare di una vera e propria persona dispersa. Piuttosto, di una di quelle situazioni che rischiano di rovinare la vacanza di una coppia. Ma una volta tanto, la storia – almeno sotto il profilo della cronaca – è a lieto fine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede soccorso per la sua fidanzata dispersa, ma era al relax in una grotta

LeccePrima è in caricamento