China World, rapina con fucili e pistola. Una donna colta da malore

L'assalto nel grosso store di abbigliamento all'ingresso di Campi Salentina. Sul posto i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile e personale sanitario del 118. I malviventi sono fuggiti a bordo di un'Alfa Giulietta nera

CAMPI SALENTINA –In tre sono scesi dall’auto, un quarto li attendeva alla guida. Avevano passamontagna e armi. Due fucili (uno dei quali a canne mozze) e una pistola è quanto hanno visto i testimoni. Un assalto in piena regola, avvenuto nel tardo pomeriggio di oggi all’ingresso di  Campi Salentina. Ad agire, un manipolo di rapinatori intenzionato a svuotare le casse di China World, immenso negozio sorto di recente all’interno di un deposito lungo la strada statale 7ter, all’ingresso della cittadina.  

La semplice visione dei malviventi armati ha provocato il panico all’interno. Tanto che una donna ha anche avvertito un malore ed è stata soccorsa, poco dopo, dagli operatori del 118, giunti con un’ambulanza. Per fortuna, nulla di grave, a parte una comprensibile agitazione.

I rapinatori sono andati a colpo sicuro, dopo aver evidentemente studiato tutta l’azione a tavolino. Presi i soldi, sono subito fuggiti, usando un’Alfa Romeo Giulietta nera, risultata dalla targa rubata a Lecce. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Campi, una pattuglia della vigilanza Deiacosecurity e, appunto, anche personale sanitario. 

Il bottino non si conosce, ma potrebbe essere elevato. Il negozio, specializzato nella vendita di abbigliamento, oltre a essere molto grande, in questo periodo è particolarmente affollato, in prossimità delle feste. Si cercherà ora di scovare dettagli utili alle indagini, anche tramite le videocamere. La banda - ed è questa al momento una delle poche certezze -, ha preso nella fuga la direzione di Taranto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di certo, per modalità e tipologia di negozio, il colpo di oggi ricorda molto da vicino quello avvenuto la sera del 26 settembre scorso, quando un gruppo di malviventi ha preso d’assalto un altro store gestito da commerciati asiatici, Kasawika, a ridosso della zona industriale fra Surbo e Lecce. Gli stessi soggetti o emulatori?     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Nessuno stupro a Gallipoli: falso allarme, i due appartati prima del collasso

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento