Cronaca

Festa in pista da ballo senza mascherine: denunciato imprenditore. Multa e sospensione per tre giorni

Il titolare di un lido di Pescoluse indagato per aver organizzato spettacoli e intrattenimenti senza autorizzazione. Il sindaco ha emesso la ordinanza di sospensione, dopo l'intervento dell'Arma

Un'immagine dal servizio del TG1 che ha segnalato la vicenda.

PESCOLUSE (Salve) – Una maxi festa con ragazzi e ragazze, tutti "appiccicati" in barba alle più elementari norme anti contagio. In centinaia senza mascherina, in pista: scatta la chiusura provvisoria del locale, poi la multa e la denuncia in stato di libertà del proprietario. L’ennesimo provvedimento simile è stato disposto nei confronti del titolare di un noto stabilimento balneare di Pescoluse, una delle marine di Salve, dove i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Tricase hanno notificato la misura nella giornata di ieri.

I militari, guidati dal luogotenente Antonio Filograna e dal capitano Luigi Presicci, hanno infatti raggiunto il lido, dopo aver iscritto nel registro degli indagati D.C., un 23enne del luogo, per aver organizzato spettacoli e intrattenimenti pubblici senza alcuna autorizzazione. Al ragazzo è stata inoltre contestata la violazione amministrativa del Tupls, il Teso unico delle leggi di pubblica sicurezza: è costretto a pagare una multa pari a 516 euro.

La festa è stata organizzata la notte fra 5 e 5 luglio, generando non poche polemiche tra i cittadini anche per un video divenuto virale, e non sarebbe l'unico episodio, dato che la prima si sarebbe svolta fra il 2 e il 3 luglio. A seguito dell’intervento dei carabinieri, il sindaco di Salve ha emesso una ordinanza di sospensione temporanea dell’attività per tre giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa in pista da ballo senza mascherine: denunciato imprenditore. Multa e sospensione per tre giorni

LeccePrima è in caricamento