Cronaca Leuca / Viale Vittorio Alfieri

"Ci cambia il latte?" La titolare va nel deposito e loro saccheggiano gli scaffali

Occhio ai ladri. I carabinieri cercano un uomo sui 35 anni e una donna sui 50, autori di un furto con raggiro ai danni della parafarmarcia di via Alfieri. Modi affabili, si sono presentati con un pretesto. Hanno portato via prodotti per circa 300 euro approfittando della cortesia della titolare

LECCE – Modi affabili dietro ai quali nascondere pessime intenzioni. E una delle tante tecniche per truffare i commercianti. Derubandoli, letteralmente. Facce toste è dir poco. 

I carabinieri della compagnia del capoluogo sono alla ricerca di due persone, descritte dalla vittima come un giovane uomo sui 35 anni e una donna di mezza età. Aspetto particolare: non hanno un accento salentino. Secondo Simona Zecca, titolare della parafarmacia “Almafarma” di via Alfieri, hanno tradito una leggera inflessione che potrebbe essere barese o tarantina.

Di certo, il suo atto di estrema cortesia l’è costato molto caro: ci ha rimesso almeno 300 euro di merce. Tutti prodotti di marca. “Sapevano bene cosa prendere”, racconta, ormai rassegnata al fatto che probabilmente non avrà più indietro nulla, perché nel frattempo sarà stato tutto rivenduto in nero. 

Il fatto è avvenuto in tarda mattinata. I due sono entrati come normali clienti nel locale commerciale ed hanno esibito del latte. “L’ha preso mio suocero, ma ha sbagliato, il mio bimbo ha le coliche e ha bisogno di un altro tipo di latte”, ha detto l’uomo. In sostanza, ha chiesto la sostituzione del prodotto.

La titolare, però, non ne aveva di quello richiesto e a quel punto l’uomo ha domandato, sempre con estremo garbo, se fosse possibile almeno un cambio merce, sostituendo il latto con qualcosa di pari valore. Simona Zecca – che nel frattempo aveva già annotato un dettaglio, e cioè che entrambi indossavano ampie borse a tracolla - ha risposto di sì quando i due hanno lasciato intendere di non essere persone abbienti.

Ha così preso indietro le confezioni di latte per cambiarle con alcune di pannolini, ma appena è entrata nel deposito sul retro del negozio, i due ne hanno approfittato, saccheggiando in pochi istanti tutto ciò che hanno potuto. “Sono stati rapidi, ma hanno anche scelto con cura cosa arraffare, come per esempio creme della Somatoline”, spiega. Di certo, appena è tornata al bancone, dei due non c’era più traccia e parte degli scaffali erano vuoti. Si è affacciata sull’uscio, guardando in ogni direzione, ma i due devono aver immediatamente voltato in qualche angolo.

Alla malcapitata non è toccato altro da fare che comporre il 112. Sul posto è intervenuta un’auto del Norm dei carabinieri. I militari hanno raccolto una prima esposizione dei fatti ed hanno anche acquisito i file dei filmati di videosorveglianza. Nel pomeriggio, poi, la donna s’è recata in caserma per sporgere denuncia formale.

“Mi auguro che altri commercianti non debbano subire lo stesso raggiro”, conclude la proprietaria della parafarmacia. Occhio, allora, a strane richieste di sostituzione della merce. Se i due, come sembra, non sono della provincia di Lecce, è probabile che ci riprovino ancora confidando nel fatto di non essere volti conosciuti in città, come in provincia.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ci cambia il latte?" La titolare va nel deposito e loro saccheggiano gli scaffali

LeccePrima è in caricamento