Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Cinque giorni dopo divampa incendio nella stessa zona. Fiamme vicino alle case

Circa due ettari di sterpaglie in fumo alla periferia di Ugento. Sul posto gli operatori della protezione civile locale. Il rogo ha lambito abitazioni e un'autofficina, creando qualche apprensione nei residenti. L'intervento durato circa un paio di ore

UGENTO – Cinque giorni dopo, stesso punto e stessa scena: fiamme alte, quasi a ridosso del caseggiato e protezione civile al lavoro per evitare che il fuoco si estendesse troppo, arrivando a creare seri pericoli per i residenti alla periferia di Ugento.

E’ il solito periodo di fuoco, per il Salento, e i dati diramati all’inizio del mese dal corpo forestale, deputato alle indagini per identificare piromani e quanti, in generale, accendano fiamme libere senza alcun tipo di cautela, sono già preoccupanti: a giugno la provincia di Lecce è stata la seconda più colpita in Puglia da roghi, dopo quella di Taranto.

Circa un paio di ettari di sterpaglie sono dunque finiti in fiamme, nel primo pomeriggio di oggi nelle vicinanze della strada che volge in direzione di Casarano. L’incendio è arrivato ancora una volta a ridosso delle abitazioni ed ha rischiato di coinvolgere anche un’autofficina, creando qualche apprensione per i residenti. Per diverso tempo è stato bloccato il traffico ai mezzi, anche perché il fumo ha litmitato la visibilità, con il rischio di incidenti.

Il rogo è stato spento con i soli battifiamma dai quattro operatori della protezione civile coordinati dal presidente Tiziano Esposito. Ci sono volute circa due ore prima di avere ragione delle fiamme. La coincidenza fra i due eventi in un tempo così ravvicinato lascia ipotizzare, come sempre più spesso avviene, che dietro possa esservi la mano dell’uomo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinque giorni dopo divampa incendio nella stessa zona. Fiamme vicino alle case

LeccePrima è in caricamento