Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Cinquecento tra capi e orologi contraffatti, sequestri nelle marine del Salento

Controlli nel fine settimana lungo la litoranea leccese, ma anche a Porto Cesareo e Torre Lapillo. Sequestrate anche due autovetture sprovviste di tagliando assicurativo. Scoperti pure due lavoratori assoldati totalmente in nero

 

LECCE - Oltre cinquecento tra capi ed accessori di abbigliamento e venti orologi, tutti contraffatti, sono stati sequestrati dai reparti della guardia di finanza del comando provinciale Lecce, nel corso del fine settimana appena trascorso. Nell’ambito degli stessi controlli, i militari hanno anche individuato due lavoratori assoldati completamente in nero.

La merce contraffatta è stata sequestrata a Porto Cesareo, nella sua marina di Torre Lapillo e nella zona litoranea nel capoluogo. Nelle località marine, in particolare, i finanzieri hanno controllato tre senegalesi, denunciate per falso, ricettazione e, insieme ad altri tre connazionali, in quanto sprovvisti del permesso di soggiorno. La merce si trovava in due autovetture, poste a loro volta sotto sequestro perché sprovviste di copertura assicurativa.

I due lavoratori, in nero, invece, sono stati sorpresi nella zona di Porto Cesareo, all’interno di un panificio, e nel casaranese, presso una pizzeria.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinquecento tra capi e orologi contraffatti, sequestri nelle marine del Salento

LeccePrima è in caricamento