Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Lizzanello

Circolare della discordia: ufficio regionale manderà ispettore nella scuola

Sarà un delegato Usr a verificare i motivi che hanno spinto la dirigente dell'istituto comprensivo "Cosimo De Giorgi" di Lizzanello-Merine a redigere un atto, in cui invitava i maestri a evitare il contatto fisico con gli alunni

LIZZANELLO - Eccesso di zelo o una presa di posizione netta dinanzi a qualche situazione poco chiara nella scuola? Il dubbio nato intorno alla circolare di Bruna Morena, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Lizzanello, che, nei giorni scorsi, aveva invitato il corpo docenti ad evitare qualsiasi forma di contatto fisico con i bambini, resta inalterato, nonostante i chiarimenti che la stessa ha voluto dare, a mezzo stampa, nella giornata di sabato.

Il sospetto che il dettame vada oltre le semplici indicazioni educative c’è tutto, se l’ufficio scolastico regionale ha deciso di inviare un ispettore al “Cosimo De Giorgi” di Lizzanello - Merine, per chiarire la situazione. L’allarme scattato tra i genitori e le reazioni sul web dinanzi alla circolare definita “anti-pedofilia” hanno allertato anche le istituzioni competenti che vogliono vederci chiaro e comprendere la genesi dell’atto, che ha vietato contatti fisici tra il personale scolastico e gli studenti, dal titolo "Comportamento verso gli alunni e le alunne".

Nel testo si affermava che “non è consentito, per nessun motivo, toccare i ragazzi e le ragazze, né abbracciandoli, né prendendoli per mano, né baciandoli sulla guancia. Questo al fine di tutelare la sicurezza di tutti”. La domanda corsa sul web è stata tutta rivolta al perché di questa scelta. Toccherà all’ispettore delegato il compito di interrogare tutto il personale scolastico e i genitori degli alunni per capire il contesto in cui è nata la circolare, se si sia trattato di un eccesso di zelo, oppure di un'iniziativa decisa dalla dirigente, indotta da qualche segnalazione di sospetta pedofilia.

Non si esclude che, nel corso dell'ispezione, come riferito dal direttore generale dell'Usr, Franco Inglese, possano essere ascoltati anche gli alunni: al termine dell'ispezione, che dovrebbe concludersi tra un paio di giorni, si valuterà se e quale tipo di provvedimenti adottare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circolare della discordia: ufficio regionale manderà ispettore nella scuola

LeccePrima è in caricamento