“Comune incapace, le case popolari passino a ex Iacp”. Lettera a prefetto e assessore

Un gruppo di cittadini ha chiesto che venga sottratto all'amministrazione un patrimonio che Palazzo Carafa non sarebbe in grado di mantenere a livelli decorosi, come dimostra lo stato delle ex case Magno ma anche dei "casermoni" di Borgo San Nicola

Le case di Borgo San Nicola.

LECCE – Sottrarre il patrimonio immobiliare al Comune di Lecce per affidarlo ad Arcasud Salento, l’ex Iacp. A chiederlo è un gruppo di cittadini, inquilini di immobili di proprietà di Palazzo Carafa, con una lettera inviata al prefetto, Giuliana Perrotta, e all’assessore regionale con delega all’Edilizia residenziale pubblica, Angela Barbanente.

Secondo i firmatari, l’amministrazione comunale è oramai palesemente incapace di far fronte alle esigenze di manutenzione e di controllo degli edifici. E il riferimento è alla vicenda delle case ex Magno, alle quali il 13 ottobre è pure stato dedicato un consiglio monotematico finito con il venir meno del numero legale per la “fuga” della maggioranza davanti a decine di inquilini presenti in sala e con impegni di intervento che si basano su fondi insufficienti per l’entità dei lavori ritenuti necessari.

Proprio nel complesso di viale della Repubblica convivono due realtà: decoroso lo stato delle abitazioni gestite dall’ex Iacp, molto meno quello delle oltre 100 unità di proprietà del Comune. E per rendere l’idea che non si tratta di un caso isolato, è stata prodotta una documentazione fotografica sulle case di Borgo San Nicola, quei casermoni giallastri che si vedono dalla superstrada per Brindisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco allora che l’inadeguatezza dell’amministrazione oltre a ledere la dignità dei cittadini, arrecherebbe anche un danno erariale, dal momento che un patrimonio lasciato senza manutenzione è destinato a perdere di lavoro. I cittadini che si sono rivolti al prefetto e all’assessore citano l’esempio di Bari dove il passaggio di proprietà si è già realizzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento