menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte dei rifiuti rinvenuti sul terreno.

Parte dei rifiuti rinvenuti sul terreno.

Ripulisce il terreno a sue spese: gli incivili tornano, ma scordano foto tra i rifiuti

La denuncia di un cittadino di Taviano, che ha consegnato alla polizia locale un cd contenente foto: forse sarà possibile incastrare gli autori

TAVIANO – L’ennesima segnalazione denuncia la presenza di rifiuti speciali e il degrado nelle campagne del Salento. Il proprietario ripulisce il terreno, gli incivili tornano e gettano altra immondizia, ma dimenticano all’interno dei documenti. Quattro sacchi neri pieni di spazzatura, tre pneumatici di un camion, un altro di un’auto. E ancora: scarti di interventi edili, pezzi di uno scooter smontato (e forse rubato), piatti e bicchieri in ceramica, un ferro da stiro e, dulcis in fundo, due lastre di amianto. È soltanto parte del materiale che, durante l’estate, un cittadino e lettore di Taviano si è ritrovato sul proprio terreno in località Macchie, alla periferia della cittadina del basso Salento.

Dopo aver formalizzato la denuncia contro ignoti, il titolare del fondo è stato costretto a raccogliere e smaltire tutto il materiale abbandonato dagli incivili. Un furgone pieno di rifiuti, alcuni dei quali molto pericolosi per la salute e per il terreno. Il tutto è stato condotto nella discarica a spese del malcapitato cittadino: “E quando vai in Comune per chiedere le autorizzazioni per poter recintare scopri che, a seguito di vincolo paesaggistico, non puoi fare altro che un muro a secco di altezza massima di  appena un metro e 20 centimetri”

Eppure, dopo appena due giorni dalla pulizia sul terreno, altri incivili si sono nuovamente permessi di gettare altri rifiuti nello stesso punto. Questa volta, però, hanno scordato all’interno dei sacchi dei documenti, compreso un cd contenente delle foto riconducibili all’autore. Tutto il materiale rinvenuto è stato consegnato dal titolare del terreno alla polizia locale, che ora indaga sull’accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento