Cronaca

Cocaina dietro il quadro e soldi nel comodino: nei guai per spaccio

I carabinieri del Norm di Casarano hanno arrestato Saimir Sejdini, 24enne di origine albanese, da anni residente a Taviano. Si sono insospettiti per il continuo viavai di persone, specie nelle ore pomeridiane, ed hanno fatto irruzione. Trovati 80 grammi di sostanza stupefacente

TAVIANO – Troppi giovani andavano avanti e indietro da quell’abitazione di Taviano, ma il sospetto dei carabinieri del Norm di Casarano è che Saimir Sejdini, 24enne di origine albanese, coltivasse amicizie interessate. E così era: molte di quelle persone erano interessate a quanto il 24enne aveva da cedere, dosi di cocaina.

A conti fatti, i militari ne hanno trovati 80 grammi, di cui buona parte già divisa in poco meno di una trentina di dosi pronte per passare dalla sua mano a quella degli acquirenti. E ora Sejdini si trova in carcere con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La vicenda andava avanti da diverso tempo, specialmente nelle ore pomeridiane, tanto che, dopo aver raccolto con discrezione alcune informazioni, i carabinieri hanno iniziato a tenere d’occhio l’abitazione, ritenendo che Sejdini potesse spacciare droga.

SEJDINI SAIMIR-2Ieri i militari si sono appostati nelle vicinanze di casa del giovane, che a Taviano abita ormai da molti anni. Hanno atteso con pazienza che la porta si aprisse e ne hanno approfittato per entrarvi. La sorpresa è stata grossa per il 24enne, che non ha avuto il tempo materiale di far sparire gli stupefacenti.

Ad ogni modo, sperava forse che il nascondiglio trovato, dietro a un quadro nel corridoio, non venisse scoperto. Ma i carabinieri diretti dal tenente Gaetano Mitola hanno perlustrato l’appartamento da cima a fondo, e alla fine hanno scovato due involucri contenenti 80 grammi di cocaina, di cui 20 divisi in ventisette dosi racchiuse  in un singolo involucro, e altri 60 grammi in un pacchetto, ancora da lavorare.

All’interno del comodino della camera da letto i militari hanno anche rinvenuto mille e 665 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio e per questo sequestrati con la droga. Sentito il pm di turno, Donatina Buffelli, l’albanese è stato arrestato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina dietro il quadro e soldi nel comodino: nei guai per spaccio

LeccePrima è in caricamento