menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina e marijuana nell’automobile, un 36enne patteggia due anni

Dopo la sentenza del giudice, Gianluca Rocca, 36enne di Tuglie, ai domiciliari dallo scorso 18 agosto, è tornato in libertà

LECCE - Finì ai domiciliari il 18 agosto scorso, dopo che i carabinieri trovarono nella sua auto cento grammi di cocaina e più di due chili di marijuana. Ma nei giorni scorsi, Gianluca Rocca, 36 anni di Tuglie, si è ripreso la libertà. A concedergliela è stata il giudice Carlo Cazzella con la sentenza di patteggiamento a due anni di reclusione (pena sospesa) concordati con l’avvocato difensore Luca Laterza, su parere favorevole del pubblico ministero Consolata Moschettini.

Rocca finì nei guai, quando mentre era alla guida della sua auto, a Monteroni, alla vista dei carabinieri della stazione locale cercò di allontanarsi. La cosa non sfuggì ai militari che lo bloccarono e lo perquisirono. Ed è così che nella macchina, dietro a un sedile, trovarono cento grammi di cocaina e due involucri, uno da un chilo e dieci grammi e l’altro da un chilo di marijuana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento