Cronaca

Cocaina, marijuana ed hashish: due in manette in poche ore

Un 41enne di Cavallino e un 40enne di Corigliano d’Otranto sono stati arrestati per spaccio di droga nella giornata di sabato

I carabinieri di Corigliano d'Otranto

CORILIGLIANO D’OTRANTO – Lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti nel Salento. Nelle ultime ore, sono due gli individui finiti in manette perché trovati in possesso di droga, pronta per essere immessa sul mercato locale. Il primo arresto è avvenuto nel pomeriggio di ieri, a Cavallino. Massimiliano Corallo, 41enne già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato dai carabinicane antidroga-3eri della stazione locale. Uno studente aveva appena comprato da lui 5,5 grammi di marijuana.

Mentre l’acquirente, fermato all’uscita dall’abitazione, è stato segnalato alla prefettura di Lecce per uso non terapeutico di droga, il venditore è stato fermato e perquisito. All’interno della sua abitazione, nascosti tra mobili e oggetti, 120 di “erba” custoditi in quattro barattoli, una pianta di Cannabis, due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Assieme al kit, posto sotto sequestro, anche del denaro per circa 35 euro, ritenuto il provento dell’attività illegale. Al termine dei rilievi, il 41enne è stato ristretto ai domiciliari, presso la sua stessa abitazione.CORALLO MASSIMILIANO-2

Ma non è tutto. Poche ore prima, infatti, anche i carabinieri della stazione di Corigliano d’Otranto, in collaborazione con i colleghi del Nucleo cinofili di Modugno, hanno eseguito un altro arresto. Luigi Fuso, operaio 40enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato dopo giorni di pedinamento. I militari dell’Arma, dopo l’irruzione nell’appartamento in cui risiede, hanno rinvenuto e sequestrato 32 involucri, contenenti un totale di 160 grammi di marijuana, circa 60 grammi di hashish suddivisi in 13 involucri, e sette dosi di cocaina per un peso complessivo di 4 grammi.FUSO LUIGI-2

A conferma dell’attività “consolidata” dell’uomo, anche due bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi. Fuso è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, e su disposizione del pm di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina, marijuana ed hashish: due in manette in poche ore

LeccePrima è in caricamento