Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Taviano

Cocaina nascosta dietro un quadro, ottiene i domiciliari un 24enne albanese

Ha ottenuto gli arresti domiciliari Saimir Sejdini, 24enne di origine albanese arrestato il primo maggio dai carabinieri del Norm di Casarano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il gip Antonia Martalò ha convalidato l'arresto e accolto la richiesta del legale del 24enne, l'avvocato Stefano Stefanelli

LECCE – Ha ottenuto gli arresti domiciliari Saimir Sejdini, 24enne di origine albanese arrestato il primo maggio dai carabinieri del Norm di Casarano con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il gip Antonia Martalò ha convalidato l’arresto e accolto la richiesta del legale del 24enne, l’avvocato Stefano Stefanelli, concedendo (nonostante il quantitativo di droga rinvenuta e i precedenti) al giovane albanese i domiciliari. La Procura, infatti, aveva chiesto la custodia cautelare in carcere.

A insospettire i carabinieri, lo strano andirivieni di persone dall’abitazione del 24enne. La vicenda andava avanti da diverso tempo, specialmente nelle ore pomeridiane, tanto che, dopo aver raccolto con discrezione alcune informazioni, i carabinieri hanno iniziato a tenere d’occhio l’abitazione a Taviano, ritenendo che Sejdini potesse spacciare droga.

Nel blitz scattato a inizio del mese i carabinieri diretti dal tenente Gaetano Mitola hanno perlustrato l’appartamento da cima a fondo, e alla fine hanno scovato due involucri contenenti 80 grammi di cocaina, di cui 20 divisi in ventisette dosi racchiuse  in un singolo involucro, e altri 60 grammi in un pacchetto, ancora da lavorare. All’interno del comodino della camera da letto, i militari hanno anche rinvenuto mille e 665 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio e per questo sequestrati con la droga. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina nascosta dietro un quadro, ottiene i domiciliari un 24enne albanese

LeccePrima è in caricamento