menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cocaina nella manica del giubbotto e in casa, figlioccio e patrigno in manette

Albino Volpe, 56enne, e Pasquale Giannone, di 30, entrambi di Borgagne, frazione di Melendugno, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione locale per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti in concorso. I due fermati mentre tentavano di eludere il controllo

MELENDUGNO – Patrigno e figlioccio con lo stesso vizietto. Entrambi già noti per droga, Albino Volpe, 56enne, e Pasquale Giannone, di 30, entrambi di Borgagne, frazione di Melendugno, sono stati arrestati dai carabinieri della stazione locale per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti in concorso.

I militari li tenevano d’occhio e ieri hanno predisposto un servizio, durante il quale hanno fermato i due uomini mentre, a bordo di una monovolume guidata al patrigno, tentavano di eludere il controllo con una rapida manovra.

Una volta bloccati, sono stati perquisiti. Ed è così che un primo involucro contenente cocaina, per circa 5 grammi, è spuntato della manica del maglione del 30enne. Le ricerche sono state estese in casa ed è qui che i carabinieri hanno recuperato un pacchetto di sigarette contenente altri quattro involucri dello stesso tipo e un bilancino di precisione. In totale, sono stati sequestrati 35 grammi di sostanza, sulle quali saranno effettuate le analisi qualitative del laboratorio di analisi scientifiche.

Su disposizione del pm di turno Maria Vallefuoco, Volpe è stato condotto in carcere, mentre Giannone è stato sottoposto ai domiciliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento