rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Cocaina e pistole, finisce ai domiciliari un giovane imprenditore

E’ stato arrestato sabato sera dai baschi verdi del gruppo della Guardia di finanza, Alessandro Romano, leccese di 27 anni, rappresentante legale di due noti pub, uno a Lecce e l'altro a Gallipoli

LECCE - E’ stato fermato mentre andava in giro nel cuore di Lecce con la sua autovettura e, durante il controllo dei finanzieri, svolto con il supporto di unità cinofile, sono spuntati dodici grammi di cocaina e un bilancino digitale di precisione. Ma le sorprese non sono finite qui. In uno dei pub gestiti dall’uomo, Alessandro Romano, leccese di 27 anni, rappresentante locale anche di un locale a Gallipoli, è stata rinvenuta non solo altra sostanza stupefacente dello stesso tipo, per complessivi 2,7 grammi, ma anche una Taser, pistola elettrica, dissuasore o storditore, di quelle classificate tra le armi da difesa. E questa non è stata l'unica arma trovata in suo possesso.

Nell'abitazione del giovane imprenditore, infatti, c'erano altre tre pistole, una di marca “Beretta”, calibro 9X21 con matricola abrasa, una “Bruni”, modello Magnum, calibro 38 e una “Tokarev”, modello TT33, calibro 7.65 con matricola e completa di caricatore, più 252 munizioni (213, calibro 9 X 21, 18, più sette bossoli, calibro 38, 21 di calibro 7.65).

Sono queste le scoperte effettuate sabato sera dai baschi verdi del gruppo della Guardia di Finanza di Lecce, comandati dal maggiore Antonio Martina, nell'ambito del dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti, dopo aver bloccato il ventisettenne al volante della vettura per le strade della movida cittadina.

Sia la “polvere bianca” che le armi sono state sequestrate e queste ultime, in particolare, saranno oggetto di ulteriori accertamenti investigativi.

Informato dell’episodio, il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce, il sostituto Luigi Mastroniani, ha disposto la misura cautelare dei domiciliari, alla quale Romano continuerà ad essere sottoposto in attesa dell’interrogatorio di convalida col giudice per le indagini preliminari.

Armi e munizioni trovate in casa dell'imprenditore

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cocaina e pistole, finisce ai domiciliari un giovane imprenditore

LeccePrima è in caricamento