Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Coinvolto anche il dirigente comunale Attisani

Abusi e falso nella riqualificazione urbanistica del quartiere Rudiae-Ferrovia e circa il Polo umanistico. La Procura ha chiesto sei mesi di proroga per leindagini

Macerie nel parco corvaglia

La Procura ha chiesto una proroga di sei mesi per continuare a cercare prove non solo a carico dell'assessore Angelo Tondo, ma anche del dirigente comunale dell' Urbanistica, Raffaele Attisani. E' lui il secondo indagato sui presunti reati di abuso e di falso commessi circa il Parco Corvaglia e il Polo umanistico.

Il pubblico ministero Marco D'Agostino ha chiesto altro tempo al giudice per le indagini preliminari Maurizio Saso per capire se aveva ragione chi contestava l'attuazione del Piano di riqualificazione urbanistica del rione San Pio, opposizione che culminò all'indomani delle elezioni politiche scorse nella resistenza di cittadini ed esponenti del centrosinistra alle ruspe che all'alba piombarono su Parco Corvaglia.


Intenzione dell'amministrazione era infatti quella di smantellare il parco per lasciare spazio a un parcheggio e a un'area commerciale. Il magistrato inquirente ha già ricevuto le consulenze sul Piano urbanistico riguardante il quartiere Rudiae-Ferrovia, di cui iol rione San Pio è parte. Ora sul tavolo di D'Agostino sono attese quelle relative al Polo umanistico, l'altra tegol caduta sulla testa di Tondo e di Attisani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coinvolto anche il dirigente comunale Attisani

LeccePrima è in caricamento