Cronaca Scorrano

Col passamontagna in casa di un'anziana per la rapina, per lui due anni

I fatti ad aprile scorso. L'imputato fu arrestato dai carabinieri poco dopo su indicazione della stessa vittima

LECCE – Condanna a due anni per Gianfranco Montagna, 29 anni, arrestato il 15 aprile scorso per rapina. Il 29enne avrebbe fatto irruzione in un’abitazione, con il volto parzialmente coperto. In casa vi era una donna di 40 anni, di nazionalità romena, badante dell’anziana proprietaria. Il rapinatore ha quindi minacciato la donna, costringendola a consegnare il suo telefono cellulare.

MONTAGNA GIANFRANCO-3La malcapitata, immobilizzata dalla paura, non ha opposto resistenza e ha ceduto il suo telefono. Poi, dopo che il rapinatore si è allontanato, ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Ha raccontato di aver scorto la barba incolta sull’uomo, di corporatura magra e di statura non molto alta. La donna ha anche raccontato di aver notato il malvivente fuggire, a piedi, in direzione del centro storico di Scorrano.

Ai carabinieri bastò poco per mettersi sulle tracce del 29enne. Montagna, assistito dall’avvocato Giuseppe Presicce, ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato. Il gup Stefano Sernia ha riconosciuto all’imputato le attenuanti generiche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Col passamontagna in casa di un'anziana per la rapina, per lui due anni

LeccePrima è in caricamento