Cronaca

Collepasso, continua la lotta contro ripetitori Umts

Il comitato cittadino di Collepasso, presieduto da Angelica Marra, ha depositato nuove documentazioni per lo spostamento dei ripetitori telefonia mobile di terza generazione fuori dal centro urbano

Il comitato cittadino di Collepasso, costituitosi per opporsi all'istallazione delle antenne Umts nel centro urbano, continua la sua lotta affinché il sito venga individuato al di fuori del circuito urbano. In mattinata, Angelica Marra, presidente del comitato cittadino, ha depositato nuove documentazioni. In particolare, una lettera al prefetto di Lecce, Gianfranco Casilli, in cui il comitato chiede "un'udienza al fine di rappresentare le ragioni che hanno portato alla costituzione del comitato e riferire i contenuti dell'incontro, tenutosi con il sindaco il 6 giugno". Un'altra lettera è indirizzata al sindaco di Collepasso, Vito Perrone, per chiedere " la sospensione dell'istallazione degli impianti Umts sui tralicci di illuminazione campo sportivo comunale, in attesa della convocazione di una delegazione del consiglio comunale da parte del prefetto di Lecce".

Sempre oggi è stata depositata una seconda petizione popolare in cui il consigliere comunale, Roberto Nuzzo, firmatario del documento "Fuori le Antenne Umts dal centro urbano" assieme ad altri 107 cittadini, "ha chiesto un ripensamento sulla scelta del sito, in seguito al parere favorevole del consiglio comunale, riguardo l'individuazione del campo sportivo quale sito unico del comune per la localizzazione e l'istallazione dei ripetitori per la telefonia mobile, e in considerazione dei tanti pareri medici e scientifici riguardo alle emissioni elettromagnetiche delle antenne". Le antenne, infatti, dovrebbero essere collocate a poco meno di un centinaio di metri, in linea d'aria, dalla scuola elementare e dal centro urbano.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collepasso, continua la lotta contro ripetitori Umts

LeccePrima è in caricamento