Colluttazione, minacce e danneggiamenti nei pressi del bar: in arresto un 47enne

Nuovi guai per Rino Protopapa di Gagliano bloccato dai carabinieri dopo una violenta lite nei pressi di un locale di Leuca. Minacciati parenti della vittima e danneggiata, a pugni, un’auto

LEUCA – Il suo nome e le sue esuberanze non sono certo sconosciute alle cronache locali e da questa mattina per Rino Protopapa, 47 anni di Gagliano del Capo, si sono nuovamente aperte le porte del carcere in attesa di essere processato per direttissima per le accuse di resistenza e oltraggio  a pubblico ufficiale, danneggiamento e minacce gravi. Il tutto è legato ad una violenta lite che si è verificata mezz’ora dopo la mezzanotte in un noto locale di Santa Maria di Leuca, sfociata in una colluttazione che vedeva protagonista Protopapa e un altro uomo con un ragazzo del luogo.

Nel corso della violenta lite il 47enne di Gagliano non esitava anche a minacciare di morte anche i familiari del ragazzo coinvolto che erano intervenuti a difesa del giovane congiunto. Non solo. Le intemperanze proseguivano anche con il danneggiamento, a colpi di pugni, dei finestrini laterali dell’autovettura delle vittime. Dopo la colluttazione Protopapa lasciava il bar e il luogo teatro del violente litigio per ritirasi presso la propria abitazione in quel di Gagliano del Capo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio in quella casa sono poi andati a bussare i carabinieri della stazione locale e i militari del Norm della compagnia di Tricase che intorno alle 6.30 di questa mattina hanno poi arrestato, nella flagranza dei reati, l’uomo. Protopapa non ha esitato infatti a minacciare i militari dell’Arma e a porre resistenza all’arresto. Tentativo per altro vano visto che il 47enne veniva subito bloccato. Dopo le formalità di rito è stato trasferito presso il carcere di Lecce per essere sottoposto a rito direttissimo.                

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento