menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il coltello utilizzato per la rapina

Il coltello utilizzato per la rapina

Coltello in pugno, minaccia e rapina una dottoressa. Arrestato dalla polizia

In manette un 19enne ucraino che questa mattina si è presentato in uno studio medico in piazza Partigiani portando via 40 euro. Bloccato e arrestato poco dopo dagli agenti delle Volanti

LECCE - Sotto la minaccia di un coltello, appuntito e con una lama di almeno otto centimetri, ha intimorito la dottoressa e si è fatto consegnare il borsello dal quale ha sottratto 40 euro per poi darsi alla fuga. Non ha comunque fatto molta strada. E in poco meno di una ventina di minuti è stato ritracciato e arrestato dagli agenti delle volanti della questura di Lecce. Le manette sono scattate per Pierluigi Rustam Nostro, un 19enne di origine ucraina, incensurato, accusato di rapina aggravata.

Il giovane è stato bloccato dai poliziotti in piazza Partigiani e nonostante avesse sfilato il giubbotto, allacciandolo alla vita, nel tentativo di non farsi riconoscere, è stato ugualmente riconosciuto e subito bloccato dagli agenti. Solo pochi minuti prima il 19enne si era reso protagonista di una rapina ai danni di un medico della zona.

Il tutto è avvenuto intorno alle 9.30 quando il giovane si è presentato nei pressi dello studio medico mentre la dottoressa stava per eccedere al suo ambulatorio. Brandendo il coltello ha intimato alla donna di consegnarli il portafogli che la vittima, intimorita, ha immediatamente prelevato dalla borsa. Il 19enne si è impossessato così della somma di 40 euro ed è fuggito a piedi.

Segnalato il fatto al 113, le ricerche immediate da parte degli agenti delle Volanti giunti nella zona hanno portato alla cattura del responsabile che si trovava ancora nei pressi di piazza Partigiani. Il ragazzo, come detto, si era anche sfilato il giubbino e lo aveva annodato alla cintura dei pantaloni per non farsi riconoscere, poiché era di un vistoso colore giallo. Gli agenti lo hanno comunque riconosciuto, fermato e perquisito. Nelle tasche aveva ancora il coltello, poi sequestrato, ed i soldi sottratti al medico.

Dopo gli atti di rito e l’acquisizione della denuncia, il 19enne è stato condotto in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento