Cronaca

Coltello puntato alla gola, abituale cliente rapina bar

Si recava spesso per consumare la colazione, ma questa mattina, sul presto, ha cambiato abitudini. Un uomo a volto scoperto, conosciuto a Lecce, ha puntato un coltello al gestore per arraffare i soldi

Rapina record almeno per l'orario in cui è stata messa a segno. Poco dopo le 6 e 30 di questa mattina, un rapinatore solitario, a volto scoperto ha fatto irruzione all'interno del Coffee Break, di via Cavallotti a Lecce. Più che un bandito, un cliente abituale del bar, conosciuto per un la sua indole un pò istriona ed un pò folle. A quell'ora, non c'era nessun altro avventore e l'uomo si è avvicinato al gestore puntandogli un coltello alla gola. Uno scherzo di pessimo gusto, avrà esclamato l'uomo in balìa dell'esagitato. In realtà si stava concretizzando una vera e propria rapina. Tenendo bloccato l'ostaggio con il punteruolo puntato in faccia, il rapinatore descritto dalla corporatura snella e di altezza di un metro e settanta, ha arraffato un bottino da fame dal registratore di cassa, 40 euro, per poi fuggire in sella ad una bicicletta. Le indagini sono scattate dopo alcuni minuti, avviate dagli agenti della squadra mobile di Lecce. Per ora, però, il rapinatore, pur braccato, non è stato rintracciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coltello puntato alla gola, abituale cliente rapina bar

LeccePrima è in caricamento