Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Colto da infarto alla guida si schianta contro un palo

Un 57enne di Squinzano è deceduto in mattinata nella zona artigianale, nei pressi del Palazzetto dello Sport. Aveva raggiunto il posto per portare a passeggio il cane, ma è stato sorpreso da un malore

incid

La consueta passeggiatina in prima mattinata in campagna con il proprio cane, un pechinese che sguinzagliava in periferia, prima di dedicarsi alle faccende lavorative. Amedeo Perlangeli, commerciante di carni, 57enne di Squinzano, è morto, folgorato da un infarto che non gli ha lasciato scampo. Ha tentato, invano di rimettersi in macchina la sua Fiat Brava, dopo la prima fitta, ma ormai il cuore era andato in tilt, ed è andato a finire contro un palo dell'illuminazione in via degli Elettricisti, nella zona artigianale di Squinzano, alla periferia del paese. Erano da poco trascorse le 9 di questa mattina.


L'uomo era uscito da casa per raggiungere la periferia del paese. La tragedia si è verificata lungo una via che costeggia il capannone degli impianti sportivi. Parcheggiato il mezzo, Perlangeli ha liberato il cane. Dopo pochi minuti, la prima, devastante fitta. L'uomo è rientrato in macchina. Pochi metri e poi lo schianto contro un palo dell'illuminazione, con il mezzo arrampicato al marciapiede. I soccorsi, molto probabilmente, sono scattati con alcuni minuti di ritardo. L'area è isolata e poco trafficata. Quando sul posto è giunta un'ambulanza del 118, Perlangeli era già spirato. Gli amici lo ricordano come una persona ligia al proprio lavoro e legato ai propri cari. A piangerlo, la moglie e i quattro figli tutti maschi. Abitava in via Francesco Baracca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colto da infarto alla guida si schianta contro un palo

LeccePrima è in caricamento