Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Colto da malore sviene nel bagno chiuso a chiave. I carabinieri gli salvano la vita

Alliste: provvidenziale intervento dei militari che, dopo aver sfondato la porta, con una manovra di sublussazione della mandibola, hanno liberato le vie aeree ostruite dalla lingua retratta. A chiamarli era stata l'anziana madre

ALLISTE – Il figlio chiuso a chiave in bagno, la madre, disperata, che lo chiama, senza risposte. Un pomeriggio da incubo, quello di martedì scorso – ma la notizia s’è appresa soltanto adesso – per una vedova in pensione di Alliste, che temeva il peggio. E non aveva torto a manifestare preoccupazioni, perché, colto da malore, l’uomo, 41enne, era svenuto.

Sono stati i carabinieri del Nucleo radiomobile della compagnia di Casarano a salvargli la vita. La donna, colta dal panico, non ha potuto fare altro che comporre il 112. I militari si sono fiondati sul posto e, attraverso le persiane esterne, hanno notato l’uomo riverso su se stesso, apparentemente privo di conoscenza. Così, senza indugiare oltre, hanno sfondato la porta del bagno ed accertato che il 41enne, ormai cianotico, non rispondeva alle sollecitazioni.

Per questo motivo, è stato subito messo in “posizione di sicurezza” mentre uno dei due carabinieri ha eseguito una manovra di sublussazione della mandibola, liberando le vie aeree ostruite dalla lingua retratta, permettendo così la ripresa dell’attività respiratoria fino all’arrivo del personale del 118. Un’azione necessaria, perché il rischio era che all’arrivo dei sanitari non vi fosse più nulla da fare.

Constatata l’efficacia del provvidenziale intervento dei carabinieri, i sanitari hanno poi condotto l’uomo in ambulanza presso l’ospedale “Ferrari” di Casarano per i controlli del caso. Poco dopo è stato dimesso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colto da malore sviene nel bagno chiuso a chiave. I carabinieri gli salvano la vita

LeccePrima è in caricamento