Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Discoteche e locali chiusi alla stessa ora. Giro di vite su alcol e droga

Si è riunito il Comitato per l’ordine e la sicurezza con i sindaci dei comuni rivieraschi. Si lavora ad una disciplina uniforme degli orari per evitare esodi pericolosi per la viabilità stradale. Controlli serrati sulle condizioni di guida

LECCE – E’ una proposta destinata a far discutere. Il prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta, ha chiesto ai sindaci dei comuni rivieraschi di imporre ai locali con intrattenimento musicale e alle discoteche presenti nei rispettivi territori di competenza lo stesso orario di chiusura, in modo da scongiurare “esodi” in massa che possono avere conseguenze sulla viabilità e sulla sicurezza stradale. L’indicazione del prefetto si fonda sulle decisioni già adottate dall’amministrazione comunale di Gallipoli e ha incontrato la disponibilità di massima del presidente nazionale del Silb (sindacato italiano locali da ballo), Maurizio Pasca.

Un primo confronto, su questa e su altre questioni, è avvenuto questa mattina nel corso della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, allargata alla partecipazione di alcuni amministratori comunali, della polizia stradale, dei vigili del fuoco e del direttore dell’Anas per il compartimento di Lecce. All’ordine del giorno il tema della sicurezza stradale.

L’obiettivo della Prefettura è quello di prevenire situazioni di pericolo e di caos che si sono verificate la scorsa estate nel mese di agosto, a Gallipoli ma non solo, e per questo da mesi è in corso un lavoro di concertazione con gli attori istituzionali ma anche economici del territorio. Una dopo l’altra sono stati passate in rassegna varie problematiche: dal pericolo di infiltrazioni criminali nel settore turistico alla questione specifiche della “Città bella” che si spera aver incardinato con la nuova disciplina degli orari varata dall’amministrazione comunale, passando per il rafforzamento dei presidi delle forze dell’ordine concesso dal ministero dell’Interno con alcune decine di unità.

Parallelamente saranno  predisposte misure organizzative da attivare in caso di attività di soccorso e assistenza agli utenti della strada coinvolti, con tutti gli enti interessati e la protezione civile. Il Comitato operativo per la viabilità provinciale di cui fanno parte le forze di polizia ed i soggetti gestori la rete viaria,  quale organo di coordinamento provinciale, curerà il coinvolgimento ove necessario di tutte le componenti impegnate nella tutela della circolazione stradale al fine di garantire il massimo livello di sicurezza e di mobilità alle persone in viaggio sulle strade della provincia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteche e locali chiusi alla stessa ora. Giro di vite su alcol e droga

LeccePrima è in caricamento