Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Con escavatore portavano via la sabbia nei pressi della foce del canale

Due denunce nella zona di Salve, in località Cabina. Il controllo è stato svolto dalla guardia costiera e dai carabinieri

SALVE – Due denunce, il committente delle operazioni, gestore di un lido, e il titolare  della ditta esecutrice. S’è concluso in questo modo un controllo svotosi nella mattina nella zona di Salve. L’intervento è stato del Nucleo operativo di polizia ambientale della guardia costiera dell’Ufficio locale Marittimo di Leuca, insieme ai carabinieri della stazione di Salve nei pressi della foce del canale di bonifica Pali Sud, in località “Cabina”.

Durante il controllo è emerso come fossero in atto, senza alcuna autorizzazione né del Consorzio di bonifica Ugento e Li Foggi, tantomento dell’amministrazione comunale, operazioni per asportare la sabbia.

Video: il luogo in cui è avvenuto il fatto

I militari hanno accertato come il sedimento rimosso con mezzi meccanici dalla foce venisse depositato nei pressi di uno stabilimento nelle vicinanze, senza essere sottoposto a caratterizzazione.

Su avviso dell’autorità giudiziaria, si è proceduto al sequestro dell’area interessata dall’asportazione del sedimento (circa 150 metri quadri), e di quella in prossimità dello stabilimento dov’era stata depositata la sabbia. Stessa sorte, cioè sigilli, anche per un escavatore e  un autocarro. Le ipotesi di reato a carico di D. V., 64enne di Morciano di Leuca e V. V., di Salve, sono di distruzione e deturpamento di bellezze naturali, ma anche deviazione di acque e modifica dello stato dei luoghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con escavatore portavano via la sabbia nei pressi della foce del canale

LeccePrima è in caricamento