Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Con il pasticciotto a "Umbria jazz" è un'altra musica

Successo straordinario per il tipico dolce leccese presente a "Umbia jazz" in concomitanza a "Dolce in Salento", manifestazione organizzata da Confartigianato per la promozione la pasticceria nostrana

La Confartigianato di Lecce gongola che è una meraviglia: in soli tre giorni, dal 18 al 20 luglio, per la precisione, pubblico e operatori del settore presenti alla rinomata culla della musica colta "Umbria jazz", hanno fatto fuori qualcosa come 15 mila pasticciotti. Il dato è stato fornito dall'associazione di categoria nell'ambito della manifestazione "Dolce in Salento", che a Perugia ha riscosso un grandissimo successo. E, come detto, lo testimoniano i numeri: in soli tre giorni, infatti, dal 18 al 20 luglio scorsi, nel capoluogo umbro sono stati distribuiti al pubblico e agli operatori del settore presenti alla nota rassegna musicale "Umbria jazz", oltre 15mila pasticciotti.

Il dolce tipico leccese ha sbaragliato così la concorrenza nelle sale del Museo Capitolare, in via IV Novembre, dove si è tenuta la manifestazione dolciaria. L'evento è stato organizzato dalla Confartigianato imprese Lecce, dalla Camera di Commercio di Lecce, dall'Associazione Pasticceri Salentini, in collaborazione con la Confartigianato imprese Perugia e il Comune di Perugia. L'organizzazione è stata a cura dell'Agenzia Eventi - marketing & communication di Lecce.

L'obiettivo prefissato era di promuovere la pasticceria artigianale nostrana e le professionalità pasticcere del Salento. Al lavoro, infatti, c'erano 22 pasticceri salentini che ogni 20 minuti sfornavano oltre 500 pasticciotti.


Nel corso degli anni, "Dolce in Salento" si è trasformata da manifestazione di piazza in marchio di tutela del dolce tipico di qualità. In vetrina e negli stand, realizzati appositamente per l'evento in stile rigorosamente barocco, c'erano anche gli altri 16 prodotti dolciari salentini, inscritti nell'apposito elenco ministeriale dei Prodotti agroalimentari tradizionali e pubblicati sulla Gazzetta ufficiale (numero 193 del 18 agosto 2004): africano o dita degli apostoli, bocca di dama, buccunotto gallipolino, cartellate, cuddhura, cupeta, dolcetto della sposa, dolci di pasta di mandorla, fruttone, mustazzueli nnasprati, pesce o agnello di pasta di mardorla, pistofatru, purceddhuzzi, zeppola salentina, rustico leccese e marzapane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con il pasticciotto a "Umbria jazz" è un'altra musica

LeccePrima è in caricamento