menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con le pale meccaniche distruggono 200 metri quadri di dune, area sequestrata

A Otranto un 58enne è stato denunciato per deposito di materiale in area sottoposta a vincolo e deturpamento di bellezze naturali

LECCE – Circa 200 metri quadri di dune spianati con i mezzi meccanici. E’ quanto accertato, in località “Case delle paludi”, dai carabinieri forestali di Gallipoli, che hanno sottoposto a sequestro preventivo, a carico di ignoti, una porzione di terreno del comune della “città bella” su cui sono state eseguite opere di trasformazione del territorio in assenza delle opportune autorizzazioni.

In particolare, è stato eseguito lo spianamento di un’area di circa 20 metri per 10. L’intervento ha causato una evidente interruzione del cordone dunale e all’eliminazione della vegetazione autoctona tipica dell’ambiente stesso.

A Otranto, invece, i carabinieri hanno denunciato per attività illegale di deposito di materiale in area sottoposta a vincolo paesaggistico e deturpamento di bellezze naturali un 58enne del posto, S.C.G.. Durante un controllo all’interno di un fondo agricolo di proprietà dell’uomo, su una superfice di circa 11mila metri quadri, in zona agricola in area sottoposta a vincolo paesaggistico e parzialmente utilizzata come pascolo naturale, i militari hanno scoperto che il terreno è stato indebitamente utilizzato come deposito di terre e rocce e materiale inerte (rocce da scavo), e cumuli di terra vegetale per una volumetria complessiva di oltre 200 metri cubi. L’area è stata sottoposta a sequestro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento