Cronaca

Concorso per comandante della polizia municipale, Procura sequestra atti

Blitz questa mattina negli uffici del comune di Gallipoli. L'inchiesta avviata dopo gli esposti presentati dal vice comandante

LECCE - Su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Lecce, Paola Guglielmi, è stato eseguito in mattinata il sequestro di tutti gli atti riguardanti il concorso per il ruolo di comandante della polizia municipale di Gallipoli.

Il sequestro è avvenuto nell’ambito delle indagini avviate dalla Procura del capoluogo salentino dopo gli esposti presentati (ben tre da ottobre) dal vice comandante della municipale, Giuseppe Parisi, assistito dall’avvocato Giampiero Tramacere.

Lo scorso 30 novembre erano scaduti i termini per il concorso interno per il comandante della polizia municipale, per cui erano in lizza due candidature: la funzionaria Paola Vitali (già alle redini del corpo di polizia locale durante l’amministrazione Errico) e il vice comandante Giuseppe Parisi. La commissione, però, non era mai stata nominata e quel concorso era stato annullato (della vicenda si era anche interessata una delegazione di Gallipoli Futura, che aveva chiesto al sindaco l’accesso agli atti). Successivamente era stato indetto un nuovo concorso pubblico.

Sulla vicenda indaga ora la magistratura, che vuole accertare che non vi siano state irregolarità, come ipotizzato negli esposti, nell’iter amministrativo seguito dal comune di Gallipoli negli ultimi mesi. Il materiale sequestrato passerà ora la vaglio degli inquirenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso per comandante della polizia municipale, Procura sequestra atti

LeccePrima è in caricamento