Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Concorso per vigili, pronto un esposto sui ritardi

Giovanni D'Agata, dell'Italia dei valori, chiede di completare la selezione prima delle elezioni. Già conferito mandato a due legali per verificare le legittimità dei ritardi per la prova scritta

municipale_repertorio

LECCE - Torna a far discutere il concorso per vigili urbani indetto dal Comune di Lecce. Lo slittamento della prova scritta, resasi necessaria per fare una preselezione delle 3550 candidature presentate, sta facendo storcere il naso a più di qualcuno, oltre a tenere in costante apprensione le aspiranti guardie municipali. Il ritardo, ha spiegato l'assessore al Personale, Michele Giordano, dipende dalla risposta dell'Università del Salento rispetto alla richiesta avanzata dal Comune di mettere a disposizione le proprie aule.

Per Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale Tutela del Consumatore di Italia dei Valori, "questa è una vicenda che non può essere rimandata e che deve essere chiarita nell'immediato perché al di là della necessaria ed ovvia totale trasparenza nella gestione dei bandi di concorso pubblici, vi sia una ragione etica più importante: quella di non tenere appese migliaia di famiglie che in un momento di crisi come questo attendono ansiose uno spiraglio per un posto di lavoro fisso, tanto più per la circostanza che le fasi del concorso si avvicinano sempre più alla fatidica data delle prossime elezioni comunali".

D'Agata promette la massima vigilanza ed anzi mette le mani avanti: "Se la questione non verrà dipanata urgentemente lo Sportello dei diritti e il Dipartimento tematico nazionale Tutela del Consumatore di Italia dei Valori presenterà un esposto in Procura per verificare la legittimità di tali ritardi avendo già conferito mandato a tal uopo agli avvocati Francesco D'Agata ed Alberto Russi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso per vigili, pronto un esposto sui ritardi

LeccePrima è in caricamento