Cronaca

Abusi su uno studente, condanna anche in secondo grado per ex bidello

Confermata in appello la condanna, a 2 anni e quattro mesi di reclusione, per Giovanni Notaro, 60enne leccese, accusato di violenza sessuale nei confronti di uno studente di scuola media "Quinto Ennio" di Lecce

 

LECCE – Confermata in secondo grado la condanna, a 2 anni e quattro mesi di reclusione, nei confronti di Giovanni Notaro, 60enne leccese, ex operatore scolastico in servizio presso la scuola media “Quinto Ennio” di Lecce, accusato di violenza sessuale nei confronti di uno studente. I giudici della Corte d’appello di Lecce, presidente Boselli, hanno accolto la richiesta dell’accusa, che aveva chiesto la conferma della sentenza di primo grado.

A dare avvio alle indagini, nel maggio del 2006, la denuncia dei genitori della presunta vittima, appena 12enne, che raccontò di essere stato molestato dall’imputato nei bagni dell’istituto scolastico. Notaro avrebbe seguito lo studente nei bagni della scuola, dove lo avrebbe più volte accarezzato e abbracciato, stringendolo a sé.

Atteggiamenti molesti da cui sarebbe scaturita l’ipotesi di violenza sessuale e le due condanne comminate in primo e secondo grado. I genitori, assistiti dall’avvocato Francesca Conte, si sono costituiti parte civile. L’imputato era difeso dagli avvocati Mario Fazzini e Vincenzo Magi. I legali hanno già annunciato di voler ricorrere in Cassazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusi su uno studente, condanna anche in secondo grado per ex bidello

LeccePrima è in caricamento