Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Condannati per una rapina all'ufficio postale, assolti per altre tre

Due uomini, di Ugento, si sono presentati davanti al giudice con l'addebito di quattro colpi, ma la condanna è arrivata per la rapina all'ufficio postale di Alessano. Inseguiti dai carabinieri, persero il controllo dell'auto ma riuscirono a fuggire

LECCE – Furono arrestati dai carabinieri dopo oltre un anno di indagini complesse e articolate. Vincenzo Minicozzi, 23enne di Ugento, e Maurizio De Luca, 35enne, erano ritenuti gli autori di una serie di rapine seriali, tutte compiute nel basso Salento, ma sufficientemente lontani dal loro comune di residenza, per cercare di non essere scoperti. E tutte con un unico obiettivo: gli uffici postali. Per colpi che, in alcuni casi, hanno portato nelle tasche dei malviventi, cifre piuttosto alte, anche oltre i 20mila euro.

I due, al termine del giudizio con rito abbreviato sono stati assolti per tre dei quattro colpi che gli erano stati addebitati. La condanna, rispettivamente a 3 anni e otto mesi per Minicozzi e 3 anni e quattro mesi per De Luca, è stata inflitta “solo” per la rapina messa a segno ai danni dell’ufficio postale di Alessano il 18 novembre 2011.

DE LUCA Maurizio(1)-2Subito dopo la rapina, durante la fuga a bordo di una Fiat Croma rubata a Racale, tallonati da una pattuglia dei carabinieri, lungo la provinciale per Presicce, persero il controllo dell’auto, ribaltandosi più volte. Usciti Incolumi, riuscirono a dileguarsi a piedi nelle campagne, abbandonando però i passamontagna, parte del bottino e una pistola calibro 38 con matricola abrasa utilizzata per la rapina. Tutti oggetti poi analizzati dalla scientifica, che ha poi trovato il Dna di uno dei rapinatori.

MINICOZZI_VINCENZO (1)-3Elementi, quelli raccolti dai militari nel corso delle indagini, utili a portare il gip Ines Casciaro a emettere un’ordinanza di custodia cautelare nei loro confronti. Nel giudizio, però, il giudice ha riconosciuto i due colpevoli solo per uno degli episodi contestati. Gli imputati sono assistiti dagli avvocati Donata Perrone e Giuseppe Presicce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannati per una rapina all'ufficio postale, assolti per altre tre

LeccePrima è in caricamento