Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Presunti abusi sessuali su una dodicenne. Condannato a due anni e tre mesi

Un 52enne di Nardò dovrà scontare la pena, perché accusato di violenza sessuale nei confronti di una ragazzina, per una serie di fatti che sarebbero accaduti tra il 2003 e il 2005. Ascoltato nelle scorse ore, l’uomo ha negato ogni addebito

Foto di repertorio

LECCE – Un uomo 52enne originario di Nardò è stato condannato, a seguito di giudizio con rito abbreviato, a 2 anni e tre mesi di carcere con l'accusa di aver compiuto molestie e atti sessuali su minore. L’uomo, secondo i giudici, avrebbe avvicinato una 12enne dopo essersi invaghito di lei. Per la giovane vittima sarebbe così iniziato un vero e proprio inferno fatto.

I fatti contestati risalgono agli anni tra il 2003 e il 2005. La ragazza più volte sarebbe stata avvicinata dal presunto molestatore, anche nei pressi dell’edificio scolastico che frequentava. Vinta la pura e lo shock raccontò la brutta esperienza vissuta ai genitori che presentarono querela ai carabinieri della locale stazione. Il titolare delle indagini, ha poi chiesto e ottenuto il rinvio a giudizio dell’uomo, anche sulla base dell’ascolto della vittima, avvenuta in modalità protetta. Nelle scorse ore l’uomo, che ha sempre negato ogni addebito, è stato condannato dai giudici della seconda sezione del Tribunale di Lecce. Il pubblico ministero d'udienza, il sostituto procuratore Francesca Miglietta, aveva chiesto una condanna a 4 anni e otto mesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunti abusi sessuali su una dodicenne. Condannato a due anni e tre mesi

LeccePrima è in caricamento