Cronaca

Colpo in gioielleria: 24 anni per la banda vicina al clan di camorra

Cinque persone, considerate vicine al clan Lo Russo di Secondigliano, finirono in manette, a Neviano, braccate dai carabinieri all'esterno di una rivendita di preziosi. L'unica donna coinvolta ha scelto il patteggiamento

LECCE – Condanne complessive per 24 anni di carcere sono stati inflitti ai componenti di una banda di rapinatori (quattro uomini di origine napoletana) arrestati a gennaio scorso a Neviano dai carabinieri della locale stazione in collaborazione con i colleghi del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Gallipoli. I militari salentini agirono in collegamento con quelli del capoluogo campano, che hanno fornito gli opportuni riscontri.

Si tratta di Vincenzo Scognamiglio, 35 anni; Ciro Granieri, 25 anni; Antonio Grimaldi, 43 anni; Arturo Gatto, 27 anni; condannati rispettivamente, nel giudizio con rito abbreviato, a 6 anni di reclusione, 4 anni e otto mesi, 7 anni e 4 mesi e 6 anni. La posizione dell’unica donna della banda, Errica Bocchetti, 25enne, è stata stralciata poiché l’imputata ha scelto di patteggiare la pena. L’udienza si terrà il prossimo 26 giugno dinanzi al gup Annalisa De Benedictis.

Gli imputati, considerati prossimi al clan Lo Russo di Secondigliano misero a segno una rapina ai danni di una rivendita di preziosi e attività di compravendita di oro “L'angolo del gioiello” di via Celinelle (angolo con via Principe Amedeo), alla periferia del piccolo comune salentino, ma furono fermati in flagranza di reato dai militari dell'Arma appostati nei paraggi. In particolare, alcuni di loro si finsero clienti di rivendite vicine all'esercizio, pronti ad intervenire.

Da uno zaino trovato in loro possesso, fu poi recuperata l'intera refurtiva - articoli in oro, per un valore di circa 80mila euro -, le armi utilizzate per eseguire il colpo, pistole giocattolo identiche a quelle in dotazione alle forze dell'ordine, oltre a cellulari, un paio di manette ed effetti personali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo in gioielleria: 24 anni per la banda vicina al clan di camorra

LeccePrima è in caricamento