rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Condannato a quattro mesi il marito violento, ma nessun maltrattamento in famiglia

Un 48enne di Galatone è stato condannato in abbreviato a quattro mesi per lesioni nei confronti dell'ex coniuge. Assolto, invece, dal reato di maltrattamenti in famiglia. La donna lo aveva accusato di violenze, umiliazioni e vessazioni continue, anche nei confronti del figlio

LECCE – Presunte violenze, maltrattamenti, umiliazioni e vessazioni continue nei confronti della coniuge e del figlio minore. Un ménage famigliare che, secondo la donna, si sarebbe trasformato in un incubo con continue manifestazioni di violenza fisica e psicologica. Per il ragazzino ceffoni e oggetti lanciati con violenza, per la donna insulti e aggressioni, e richieste forzate di rapporti sessuali.

Neanche la fine del rapporto e l’avvio del procedimento di separazione avrebbero placato gli abusi dell’uomo, un 48enne di Galatone. L’uomo, infatti, avrebbe prima distrutto tutti gli elettrodomestici presenti in casa, poi avrebbe impedito alla donna di accedere alle stanze della loro abitazione.

Accuse che, però, hanno trovato solo parziale riscontro nel giudizio con rito abbreviato dinanzi al gup Annalisa De Benedictis. Il 48enne, assistito dall’avvocato Massimo Bellini, è stato assolto dall’accusa di maltrattamenti in famiglia e condannato a quattro mesi per lesioni personali aggravate.

Alcune persone sentite nel corso delle indagini non hanno avvalorato le dichiarazioni della parte offesa, che in una dettagliata denuncia aveva accusato l’ex coniuge. In un’occasione, in particolare, il 48enne l’avrebbe aggredita procurandole ferite guaribili in dieci giorni. I fatti contestati risalgono all’aprile del 2013.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato a quattro mesi il marito violento, ma nessun maltrattamento in famiglia

LeccePrima è in caricamento