Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

"Speed drug", traffico di stupefacenti: patteggiano in undici davanti al gup

Primi verdetti nell'ambito dell'operazione "Speed drug" che, all'alba del 19 marzo scorso, portò all'arresto di quarantuno persone da parte della squadra mobile di Lecce e successivamente ad altre ventiquattro informazioni di garanzia. Tre i gruppi, fra Lecce, Galatina e altre zone della provincia

LECCE – Primi verdetti nell’ambito della cosiddetta operazione “Speed drug” che, all’alba del 19 marzo scorso, portò all’arresto di quarantuno persone da parte della squadra mobile di Lecce. Furono ventiquattro, invece, le informazioni di garanzia emesse dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce a carico di persone ritenute presunte appartenenti a un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Oggi il gup Alcide Maritati ha emesso le sentenze di condanna, a seguito di patteggiamento, per undici imputati. Per Alessandro Ciccardi, 32enne di Galatina, condanna a 1 mese e 10 giorni; 3 anni e sei mesi per Sergio Del Sorco, 44 anni, di Galatina; 3 anni e due mesi per Biagino Filieri, 44enne di Galatina; 6 mesi per Federico Fracasso, 28enne di Parabita; 2 mesi per Giovanni Fusco, 33 anni, di Noha; 3 anni e due mesi per Alessandro Santoro, 35 anni, di Galatina; 8 mesi per Andrea Monaco, 39enne leccese; 2 anni e sei mesi per Francesco Stabile, 24 anni di Soleto; 6 mesi per Pasquale Villani, 36enne di Andrano; 3 anni e sei mesi per Marco Guido, 26enne di Galatina; 2 anni e sei mesi per Laura Gemma, 45enne di Galatina.

Il prossimo 28 gennaio il gup deciderà su altre tredici posizioni. In particolare, se rinviare a giudizio gli imputati o accogliere la richiesta di proscioglimento avanzata per ben otto di loro dal pubblico ministero Guglielmo Cataldi. Già fissate per il 22e 29 gennaio, 19 e 26 febbraio, le udienze per i giudizio con rito abbreviato.

Le ramificazioni del presunto sodalizio criminale sarebbero state particolarmente estese, con ben tre i gruppi operanti principalmente nelle aree intorno a Lecce, Galatina e Arnesano, con diramazioni in altri centri della provincia. Il tutto, senza un vero e proprio coordinamento, ma, comunque, con una correlazione che sarebbe evidente nella spartizione del territorio in aree geografiche, per lo spaccio di droga, senza prevaricazioni fra i gruppi. Durante il blitz, in alcuni casi, furono trovate anche armi.   

Alcuni dei condannati odierni

Non ci sono foto disponibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Speed drug", traffico di stupefacenti: patteggiano in undici davanti al gup

LeccePrima è in caricamento