Estorsioni a imprenditori, Confindustria preoccupata chiede incontro col prefetto

L'associazione di categoria leccese ha espresso apprensione per il fenomeno, giudicato "in crescita"

La sede di Confindustria ((@TM News/Infophoto). )

LECCE – Le estorsioni da parte della malavita organizzata ai danni delle imprese salentine preoccupa Confindustria.  L’associazione di categoria leccese ha infatti espresso apprensione per un fenomeno che, a suo dire, sarebbe in crescita. Ad inquietare l’ente che tutela i diritti delle ditte locali, i recenti episodi di cronaca che hanno coinvolto imprenditori, sedi di aziende e negozi, oggetto di azioni delinquenziali o atti criminali anche a sfondo estorsivo. “Confindustria Lecce esprime notevole preoccupazione, auspicando maggiori controlli per mantenere alti i livelli di sicurezza e legalità sul territorio”.

L’associazione, anche a nome del presidente Giancarlo Negro,  si è dichiarata vicina a tutti quegli imprenditori che sono stati vittima di attentati.  La solidarietà, in particolare, è stata espressa nei confronti del “socio, Rocco Gnoni, amministratore della Emmegiemme Shoes srl, calzaturificio che è stata oggetto di un incendio di possibile natura dolosa. Non è pensabile che sul nostro territorio si debba assistere ad un ritorno di  episodi di violenza e per questo Confindustria Lecce fa appello alle forze dell’ordine  e alla magistratura, plaudendo al loro impegno perché continuino a garantire sempre maggiori livelli di sicurezza e legalità. Condizioni imprescindibili per l’esercizio della libera impresa”.

“Come imprenditore e come presidente di Confindustria- prosegue Negro- credo fermamente che lo sviluppo della competitività delle imprese e del territorio passi prima di tutto dalla salvaguardia della sicurezza e dalla valorizzazione della legalità. L’obiettivo comune di associazioni, enti, istituzioni, tutori della legge e stakeholder territoriali deve essere quello di creare reti efficienti che allontanino ogni possibilità di infiltrazione della malavita nell’economia sana, oltre ad implementare strumenti di prevenzione e di contrasto a qualsiasi forma di contiguità dell’economia con la criminalità organizzata”. Confindustria Lecce, intanto, fa sapere che si attiverà per chiedere al prefetto un incontro sui temi della sicurezza e della legalità sul territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento